LA LETTERA/”COLTI IN CASTAGNA: PER IL PGT I CITTADINI
SONO UN DISTURBO”

Caro Direttore,

C’è del mistero intorno al PGT di Lecco.
E al posto di dipanarlo, si depista.

Il Presidente della Commissione Urbanistica e Pianificazione, Alberto Invernizzi – che fino a due mesi fa, per quattro anni, ha trattato, costruito, analizzato l’iter del PGT – è stato esautorato e abbandonato dall’Amministrazione Comunale, dai suoi colleghi consiglieri, dal Sindaco Brivio, dal Presidente del Consiglio Marelli e, mistero nel mistero, pure dal suo partito, Appello per Lecco. Sacrificato sull’altare della realpolitik. Testa sotto la sabbia e via andare. Commissariato. Emessa sentenza senza contestazione di reato.

Nessuno parla, nessuno chiede, nessuno spiega. Meno se ne parla meglio è. Lo stesso Invernizzi tace. Gli va bene così. L’altro giorno, alla nuova seduta di Commissione allargata non c’era. E’ poi comparso, su chiamata quando, ore dopo, è stata fatta notare la sua assenza.

Ma siamo o non siamo la patria del Manzoni? Quindi Lecco o sarà Provvidenza o più semplicemente Don Abbondio.

Alla riunione però, mistero nel mistero del mistero, mancavano anche gli altri consiglieri. Pur essendo presenti. Sembrava un film muto, sembrava, era, una recita.
Attore unico il dirigente del settore e responsabile della Pianificazione dell’iter Pgt, l’arch. Andrea Pozzi. Parlava solo lui, a mitraglia, obiettivo passare indenni più osservazioni possibili. Non perdere tempo, l’Amministrazione non ha tempo.

E i cittadini che han presentato le Osservazioni? nulla. I consiglieri non chiedono, non si informano, non propongono e le osservazioni vengon bocciate, cadono ad una ad una, come i giorni dal calendario. I cittadini sono un disturbo. Anche quando non ci sono.

Ci prova, solo un attimo, a svelare il gioco il Consigliere Ncd Stefano Chirico, ma poi cambia idea. Torna in fila. Non ci crede nemmeno lui. Ha fatto finta. L’opposizione, sulla stampa, dichiara di voler bloccare l’iter, promette un castigo, ma alla fine minaccia un perdono. Ha la possibilità di chiedere conto, di chiedere spiegazioni, di puntualizzare, di fare l’opposizione, ma non vuole.

Sarà la diretta del mondiale alla tv?

Il consigliere leghista Cinzia Bettega porge un assist alla maggioranza che nemmeno Pirlo a Balotelli: “Propongo di saltare tutta la lettura della sintesi e premesse delle Osservazioni, se no non finiamo più”. Ho visto la ola carpiata dai banchi della maggioranza.

E poi l’arch. Siani, sempre Lega, sulla stampa fa finta di fare il soldato giapponese nella foresta. Combatte una guerra già persa. Sparando a salve. Colpito dai suoi.

E i cittadini, per questi politici, continuano ad essere un disturbo.

cdrom comune scrittaMa come tutti i misteri mal interpretati al posto dello spavento si è caduti nella farsa.
Un consigliere mi passa il cd-rom contenente i documenti ufficiali, appena ricevuto dall’assessore Mazzoleni. La copertina dello stesso riportante i nomi dell’equipe di progettazione e ufficio di Piano ne ha uno segnato con “l’evidenziatore nero”.

Indovinate che nome hanno cancellato? Chi avete detto: Maurizio Castagna?
Si, lui. Il tecnico arrestato.

I segni, gli atti simbolici hanno un peso e un peso preoccupante.

Un mistero il silenzio di Appello per Lecco sull’impeachment del proprio consigliere, un mistero il silenzio supino dei consiglieri in Commissione, un mistero il pennarello nero sopra il nome che mette imbarazzo….

Resta la seduta del consiglio Comunale, ma come andrà non sarà un mistero.

Paolo Trezzi

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti