L’AVIARIA SFIORA IL LECCHESE:
INFORMAZIONI PER GLI ALLEVATORI

galline pollaioLECCO – Focolai di influenza aviaria si sono recentemente sviluppati in allevamenti limitrofi ai territori della Ats di Lecco e Brianza, coinvolgendo indirettamente nella zona di protezione o sorveglianza (che si estendono rispettivamente per un raggio di 3 e di 10 chilometri intorno al focolaio) alcuni paesi delle nostre province.

Nei Comuni interessati, spiega l’Ats, dovranno essere scrupolosamente osservate alcune disposizioni soprattutto da parte degli allevamenti rurali a scopo familiare: obbligo di segnalare con la massima tempestività aumenti di mortalità o cali significativi dei livelli di produttività e di assunzione di acqua e cibo nei volatili; tenere gli animali in spazi chiusi evitando il contatto con uccelli selvatici; tenere acqua e cibo in posti riparati dai selvatici.

Per necessità contattare i seguenti numeri dei presidi del dipartimento veterinario dell’ATS della Brianza.

AREA TERRITORIALE DI LECCO:

Presidio di Bellano via Papa Giovanni XXIII, 15
tel. 0341 822118 fax 0341 822120

Presidio di Lecco via G. Tubi, 43
tel. 0341 482429/453 fax 0341 482427

Presidio di Merate via S. Vincenzo, 6
tel. 039 5916371 fax 039 5916416

Presidio di Introbio località Sceregalli 8/A
tel. 0341 983325 fax 0341 983314

AREA TERRITORIALE DI MONZA:

U.O. Vimercate Ufficio di Besana Brianza
tel. 0362 996252 fax 0362 996602

U.O. – Ufficio di Desio via Novara, 3
tel. 0362 304822/75 fax 0362 304823

U.O. – Ufficio di Monza  via De Amicis, 17
tel. 039 2384611/14 fax 039 39412613

U.O. Vimercate via Roma, 85 – Usmate Velate
tel. 039 6288028/29 fax 039 6288037

 

Pubblicato in: Ambiente, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati