LE ASSOCIAZIONI (O QUASI):
I GIOVANI DI “LIBERAMENTE”

LIBERAMENTECALOLZIOCORTE – Ogni mercoledì parliamo di associazioni o gruppi che stanno per diventarlo. Se volete raccontare le vostra esperienza scriveteci a redazione@www.lecconews.news.

Questa settimana, dopo l’interessante incontro con il PM antimafia Nobili, abbiamo dedicato la nostra rubrica settimanale allAssociazione Giovanile “Liberamente”, organizzatrice della serata, intervistandone il presidente Daniele Amigoni e la sostenitrice Giada Bruno.

gherando_colombo5Chi siete?
Siamo un’associazione giovanile desiderosa di approfondire e discutere tematiche tanto attuali quanto importanti. Ci definiamo un’associazione politica (facciamo riferimento all’etimologia del termine, polis), ma non partitica: scegliamo di discutere temi che riguardano in modo incisivo il nostro paese, o la nostra città, ma senza una superficiale visione partitica. Ognuno di noi ha la propria idea politica e partitica, ma ciò non distoglie da ciò che è l’obiettivo dell’associazione: essa non vuole schierarsi, ma approfondire un argomento da punti di vista differenti, al fine di poter maturare un’idea personale, costruita con il confronto e con la testimonianza di personalità informate. Per ora non abbiamo una vera e propria sede in quanto i fondi non ci permettono di affittare una sala: le riunioni di organizzazione le svolgiamo, grazie alla disponibilità di don Matteo che da sempre ci sostiene, nelle aule dell’oratorio di Calolziocorte. Al momento siamo 33 tesserati, ma gli eventi e i percorsi che organizziamo sono aperti a tutta la popolazione.

Cosa fate?
LIB ROTAOrganizziamo percorsi, o serate, riguardo a specifici temi che scegliamo tendenzialmente ad inizio anno. Quest’anno, per esempio, abbiamo scelto il tema della legalità: l’intento principale è quello di non chiudersi nel silenzio e capire al meglio le dinamiche che hanno creato e sviluppato il fenomeno dell’illegalità; tutto questo perché crediamo fermamente che la libertà che tanto reclamiamo tutti i giorni è un diritto che abbiamo ricevuto dai nostri padri e che possiamo mantenere solo essendo attivi e non piegandoci di fronte a nessun tipo di sopruso o ingiustizia. L’anno precedente, invece, in occasioni delle elezioni europee, abbiamo scelto di realizzare un percorso per approfondire la storia e le dinamiche su cui si è fondata la nascita del Parlamento Europeo. Inoltre, durante l’anno cerchiamo di collaborare anche con scuole ed oratori: per esempio a novembre abbiamo proposto all’Istituto Rota uno spettacolo teatrale, “Padroni delle nostre vite”, messo in scena dalla compagnia Sciarra Progetti, che presentava la vita e le difficoltà affrontate dall’imprenditore Pino Masciari, testimone di giustizia; oppure, l’anno scorso abbiamo proposto alcune serate di discussione con i ragazzi dell’oratorio di Olginate, sempre con l’intento di sensibilizzare ed avvicinare i giovani a temi socio-politici (l’immigrazione è stato uno dei temi affrontato).

LIB EUROPAQuando siete nati?
Liberamente è nata nel maggio 2012 quando un gruppo di amici di 18-19 anni ha sentito la necessità di avere uno spazio per parlare e discutere di temi di attualità che la scuola o presentava velocemente o, più spesso, non presentava affatto. Fin da subito ci si è accorti che tale esigenza non era propria solo di liceali, ma anche di uomini e donne che con entusiasmo si sono uniti a noi per creare una vera e propria associazione, e non solo un gruppo chiuso a se stesso.

Come è nata questa passione?
L’idea è stata quella di mettersi in gioco e provare a non far atrofizzare le nostre menti, approfondendo alcuni argomenti che riguardano tutti noi. Per questo motivo cerchiamo di interessare anche gli altri cittadini, anche se coinvolgere i calolziesi è stata fin da subito la sfida più grande: proporre qualcosa che facesse uscire ragazzi e adulti durante l’anno, la sera, per discutere di temi non propriamente “leggeri” un po’ ci intimoriva e un po’ ci spronava a fare almeno un tentativo. Ad oggi la tensione non è più così alta, ma l’entusiasmo non ci ha affatto abbandonato.

Cosa consiglieresti a chi si avvicina per la prima volta al vostro gruppo?con candidati sindaci
Consigli particolari non ne abbiamo, se non di fare la tessera associativa! Non c’è bisogno né di avere particolari competenze in determinati campi, né di avere particolari idee politiche: tutti possono partecipare. Il clima all’interno dell’associazione è molto informale, in cui ognuno può esprimere le proprie idee o giudizi senza remore. Per quanto riguarda la parte dell’organizzazione ognuno mette a disposizione le sue capacità, ci si dividono i compiti per non rendere un peso quella che vuole essere solo un’occasione. Quindi, chiunque fosse interessato a temi di questo genere o che abbia idee o proposte è ben accolto!

Quali sono i vostri programmi futuri?
Al momento abbiamo in programma l’ultimo incontro del progetto “Vivere in legalità” che si terrà venerdì 27 febbraio 2015 alle ore 21.00 presso l’oratorio S. Giovanni Bosco, sito in via Santissimi Cosma e Damiano nella frazione Sala di Calolziocorte. Ospite della serata sarà Nando dalla Chiesa, vice presidente di Libera contro le Mafie, da sempre accanto alle istituzioni nella lotta contro le Mafie, che affronterà il tema di “come lottare e vincere le mafie da cittadino”.

Chiara Vassena

SCHEDA
Nome: Associazione Giovanile “Liberamente”
Luogo: Calolziocorte
Anno di Fondazione: 2012
Tipologia: politica, ma non partitica
Soci: 33
Contatti: l.mente@hotmail.itfacebook

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Giovani, In vista, Associazioni, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati