LE GIOIE ARRIVANO DAL CAMPO:
IL LECCO VINCE COL CISERANO
E FRANÇA ENTRA NELLA STORIA

onorate la città chi ha sbagliato pagherà leccoLECCO – Serviva una scossa per dimostrare che la squadra è concentrata sul campo nonostante l’uragano che si è abbattuto in società. E il Lecco non ha deluso i tifosi, vincendo in scioltezza (3-0) contro il Ciserano. Ma al Rigamonti-Ceppi la partita passa quasi in secondo piano.

Primi minuti di studio per entrambe le squadre, che non riescono a imbastire azioni vere. Il primo acuto è di França, che di testa spedisce fuori di poco al 18’. Mentre al 20’, pochi minuti più tardi di quanto annunciato, l’attenzione di tutto lo stadio si porta verso la curva nord, con gli ultrà che fanno il proprio ingresso per protesta nei confronti del patron Daniele Bizzozero, arrestato in settimana con l’accusa di collaborare con un’organizzazione che clonava carte di credito. Applausi dal resto del pubblico al momento dell’entrata nello stadio, qualche fischio dopo quattro bombe carte fatte esplodere nel proprio settore. Al 30’ l’attenzione di tutti torna al campo, con Pergreffi che insacca di testa sfruttando nel migliore dei modi l’angolo battuto da Baldo. Mora respinge solo dopo che la palla ha varcato la linea e l’arbitro convalida. Intanto in tribuna d’onore nascono battibecchi tra i sostenitori e i giornalisti blucelesti contro alcuni dirigenti bergamaschi. Intervengono gli steward a calmare gli animi. E dalla curva parte anche qualche coro contro il presidente ora ai domiciliari.

cume  mai tocc a lecchNella ripresa i padroni di casa raddoppiano: al 9’ Ronchi si invola in fascia, serve in mezzo, un difensore anticipa tutti in scivolata, ma Carlos França si avventa sul pallone e gonfia la rete, mettendo a segno il 26° gol, che lo rende il miglior marcatore bluceleste in una sola stagione.

Cardinio, al 17’, va vicinissimo al gol, ma Mora fa suo il pallone in uscita. Il Ciserano si vede per la prima volta al 22’ con Ghisalberti che calcia a poco a lato. Al 27’ è invece Dragoni a impegnare Lazzarini  a seguito di un angolo. Un minuto più tardi Cardinio stoppa in area e si libera bene, ma il suo  sinistro non impensierisce il portiere. Ma al 29’ il fantasista lecchese si fa perdonare: prima ci prova in sforbiciata, ma Mora gli nega la gioia con un autentico miracolo, sulla ribattuta però è lesto a respingere in rete. Al 42’ Rigamonti potrebbe trovare gloria involandosi in solitaria lanciato da Romano, ma Mora neutralizza in uscita.

Non accade più nulla e la squadra può andare sotto la curva per essere osannata. Ma da domani si torna a pensare ai guai societari.

calcio lecco sotto curva

LECCO – CISERANO 3-0
Primo tempo: 1-0

LECCO (4-4-2): Lazzarini; Fratus, Pergreffi, Redaelli, Barzaghi; Ronchi (23’ st Romano), Vignali, Baldo (32’ st Bugno), Corteggiano; Cardinio, França (32’ st Rigamonti). All. De Paola

CISERANO (4-4-2): Mora; Ghergu (34’ st Provenzano), Suardi, Pollero, Gotti (18’ st Ruggeri); Dragoni, Rotini, Crotti, Maspero (16’st Foglieni); Risi, Ghisalberti. All. Rizzi.

Arbitro: Monaldi di Macerata

Marcatori: pt 30’ Pergreffi, st 9’ França, 29’ Cardinio

Note: ammoniti: Baldo, Pollero, Gotti, Dragoni

 

 

Pubblicato in: Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati