LECCO CITTÀ INFELICE,
LO RIVELA UN’INDAGINE
DEL CORRIERE DELLA SERA

felicità leccoMILANO – Lecco è una città infelice, lo dice Voices from the Blogs che piazza la nostra provincia al 103esimo posto su 110 nella speciale classifica delle città più felici del 2014. La ricerca è stata promossa dal Corriere della Sera in occasione della “Giornata internazionale della felicità“.

L’indagine ha analizzato circa 40 milioni di messaggi su Twitter raccolti quotidianamente da Voices from the Blogs per produrre l’indicatore iHappy dal quale è stato realizzato un e-book disponibile gratuitamente proprio sul sito del quotidiano di De Bortoli.

Capitale della felicità 2014 è Cagliari. Lecco si piazza invece a fondo classifica, dietro a Varese, Venezia e Roma, e davanti a Monza, Aosta, Lodi, Pavia, Latina, Napoli e infine Milano.

iHappy racconta una storia tutta italiana, fatta di felicità, rabbia e passione in continua evoluzione. Perché iHappy è un indice che nasce dall’analisi del contenuto emotivo dei milioni di messaggi su Twitter raccolti quotidianamente nelle 110 provincie del paese. Un monitoraggio “a caldo” che per il 2014 ci fornisce l’immagine di una Italia che continua a sorridere, pur con qualche difficoltà. Complessivamente, nel corso dell’anno appena trascorso il valore medio di iHappy è infatti risultato pari al 58,6%: quasi sei italiani su dieci quindi sono stati felici, almeno a giudicare dai loro commenti postati su Twitter.

felicità lecco classifica

Rispetto al 2013 osserviamo però un leggero calo (-1,7), un divario che è stato accumulato soprattutto verso la fine dell’anno quando, da agosto in avanti, iHappy ha fatto segnare valori decisamente sotto la media annuale. Se la riforma del Jobs Act poteva far presagire un “autunno caldo”, il 2014 è invece da ricordare come l’anno dell’“autunno triste” (52,3%): solo un italiano su due è stato felice a ottobre (54,1%) e novembre (51%), ma le cose sono andate persino peggio a dicembre (49%), mese più triste dell’intero anno. Nel corso del 2014 spesso è stato il maltempo a farla da padrone, e così tra i mesi meno felici troviamo anche agosto (56%) quando il maltempo ha rovinato le vacanze agli italiani facendo precipitare l’umore (-5,1 punti rispetto a luglio) e aprile (57,3%), quando la pioggia ha costretto più volte a cancellare ponti primaverili e grigliate all’aperto. Nonostante la pioggia di aprile, la primavera si conferma però come la stagione più felice (60,2%), ed il valore di iHappy è infatti molto alto a maggio (61,5%) e giugno (62,7%)

 

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati