LECCO/LA GRANDE GUERRA
IN DUE MOSTRE TEMPORANEE
DI REPERTI E FOTOGRAFIE

mostra guerra leccoLECCO – Il comune di Lecco ed il sistema museale lecchese ricordano la Grande Guerra con due mostre volte a valorizzare l’importante patrimonio archivistico dei musei cittadini. Dal 15 novembre al 28 marzo la Torre Viscontea aprirà le porte a “Il patrimonio del museo storico”; dal 21 novembre al 29 maggio “Le fotografie di Giuseppe Pessina” verranno invece esposte a Palazzo delle Paure.

La duplice dislocazione della mostra, spiega la dottoressa Giovanna Esposito, definisce la soluzione alla ricchezza di contenuti, i quali verranno quindi suddivisi in due esposizioni differenti.
Ciò che verrà preso in esame alla Torre Viscontea a partire da venerdì 15 novembre sarà “Il patrimonio del museo storico” con contenuti, spiega Mauro Rossetto, relativi a lettere e cartoline dal fronte, oltre a manifesti e pubblicità, nonché una piccola selezione di materiali militari. Oltre al locale, saranno presenti contenuti di interesse internazionale, tra i quali le opere dell’olandese Louis Raemaekers.

mostra guerra lecco confBarbara Cattaneo racconta “Le fotografie di Giuseppe Pessina” che verranno esposte a partire dal 21 novembre presso Palazzo delle Paure. Il lascito delle pellicole di Pessina coglie l’aspetto quotidiano della guerra, una guerra di trincea, dove la fame e il freddo furono protagonisti. A questo reportage, contenente scene di vita quotidiana, si aggiunge il tema della montagna, narrata mediante l’imprescindibile contrasto insito nel paragone tra la natura splendida e incontaminata e l’intervento distruttivo dell’uomo.
Il progetto di Memoria, spiega l’assessore Simona Piazza, in occasione del Centenario dell’avvio della Grande Guerra, non è una celebrazione della ricorrenza, ma una riflessione sulla memoria collettiva e soprattutto uno spunto per riflettere sull’attuale situazione dei profughi attraverso l’analisi del passato.

Le collezioni dell’Archivio storico del Museo Storico del Sistema Museale Urbano Lecchese constano di una quantità considerevole e preziosa di materiali inerenti alla Prima guerra mondiale. Oltre alle armi e militaria, mappe e altri reperti bellici, si contano documenti, opuscoli e numerosi materiali iconografici come manifesti, locandine, cartoline e fotografie. Perciò, dopo un’analisi attenta dell’inventario digitale delle collezioni, si sono individuate cinque grandi sezioni tematiche in cui far confluire i materiali più significativi: Mobilitazione totale, con particolare attenzione alle biografie dei giovani dell’epoca; La propaganda; La produzione bellica dell’industria lecchese; L’ospedale militare di Lecco e l’assistenza a feriti, invalidi e mutilati; La costruzione della memoria bellica.

Sono stati privilegiati quei reperti che riuscissero a rispondere in maniera più opportuna alle finalità del progetto, tese da un lato a proseguire il processo di costruzione dell’identità del territorio di Lecco, dall’altro a creare un forte richiamo per il fruitore, attraverso il linguaggio immediato degli strumenti propagandistici e alle esperienze reale dei giovani combattenti.

> Leggi qui la scheda dettagliata delle due esposizioni

 

 

Pubblicato in: Cultura, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati