LECCO/MUSEI A PAGAMENTO
DA FINE ESTATE. RISORSE
VINCOLATE A CULTURA E GIOVANI

Simona PiazzaLECCO – Estensione degli orari, chiusura il lunedì e nei festivi, apertura straordinaria a Pasquetta e Ferragosto, introduzione di un biglietto: queste le novità presentate ieri da Simona Piazza, assessore alla Cultura, riguardanti i 4 poli museali di Lecco: Villa Manzoni, Palazzo Belgioioso, Palazzo delle Paure e Torre Viscontea.

“L’obiettivo è avvicinare maggiormente i cittadini e qualificare l’offerta culturale e turistica della città – è il commento dell’assessore –, rendendo di fatto i nostri beni più fruibili. Siamo riusciti a consentire l’apertura dei musei per tutto l’anno, anche ad agosto, nonostante le poche risorse a nostra disposizione: invito ora tutti i lecchesi a visitarli”.

L’introduzione di un biglietto a pagamento, già presente a Villa Manzoni, riguarderà dopo l’estate Palazzo delle Paure e Palazzo Belgioioso, mentre Torre Viscontea rimarrà a ingresso libero e ospiterà i lavori di organizzazioni no profit locali. Le attività didattiche del Comune e del SIMUL per bambini e ragazzi resteranno, naturalmente, gratuite.

“Ritengo opportuno che la cultura sia accessibile a tutti, ma con il giusto riconoscimento: per questo credo che l’introduzione di un biglietto, oltre a essere investimento per la cultura a Lecco, significhi riconoscere anche il “valore” del polo espositivo. Il biglietto avrà un costo limitato in particolare per i lecchesi, per i quali è prevista una significativa riduzione, e con il biglietto cumulativo turisti e visitatori potranno accedere a Palazzo delle Paure, Villa Manzoni e Palazzo Belgioioso a un costo inferiore. Altri sconti saranno dedicati agli anziani e ai più giovani”.

“Ci troviamo davanti a un passaggio importante con una proposta che porterà a fare concretamente di più e meglio per una Lecco turistica, culturale e accogliente – aggiunge Vittorio Gattari, consigliere comunale PD –. La novità del biglietto permetterà di migliorare la qualità dell’offerta culturale: le risorse incassate saranno vincolate alle attività e ai nuovi progetti di Cultura e Politiche Giovanili. Chiederemo, inoltre, agevolazioni per under 26 e universitari, sconti su cui l’assessore si è già detta favorevole”.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati