L’ILLUSIONE DELLA CASERMA:
ASSENZE PESANTI AL TAVOLO
PER RIDICOLIZZARE I POMPIERI

Orazio Secchi pompieri Lecco

LECCO – Mentre nell’area del Bione destinata al nuovo comando i vigili del fuoco manifestavano la loro frustrazione, si sono registrate gravi assenze al tavolo della conferenza dei servizi convocata in prefettura per visionare i risultati dei carotaggi e avviare un nuovo percorso per la lungamente attesa caserma dei pompieri lecchesi. Non pervenuti Parco Adda Nord e Sovrintendenza, proprio i più severi oppositori dell’opera.

caserma vigili fuoco idea progetto 3 okSi è trattata dell’ennesima riunione sul tema, appuntamento che si ripropone con periodicità tutt’altro che solerte ogni qual volta un progetto preliminare viene predisposto, valutato, adeguato, e cestinato. È già successo in tempi remoti, e ancora ultimamente con il disegno redatto dagli architetti del Corpo, per finire con il workshop dello scorso anno che ha coinvolto gli studenti del Politecnico. Valido come palestra didattica, a questo punto inutile ai fini degli obiettivi sbandierati perché pare certo che spetterà ora all’ordine degli Architetti farsi carico di una nuova idea di caserma.

vigili del fuoco - pompieri - workshop

Liberata dai container dei richiedenti asilo e dai giostrai l’area da anni contesa, nella seconda metà del 2017 sono state eseguite le analisi del sottosuolo, in quanto gli spazi, come i vicini campi da gioco, in passato furono ad uso di discarica. “Le indagini erano già state svolte una decina di anni fa, ma vanno ripetute – confermò all’epoca l’assessore all’Urbanistica Gaia Bolognini – poiché esse non erano state fatte in contraddittorio con l’Arpa”. Risultati – positivi – alla mano ecco quindi tutti gli enti interessati riunirsi in conferenza dei servizi.

vigili fuoco caserma mezzi

Tutti? In effetti come confermato dalla prefettura, mancava qualcuno, assenze giudicate pesanti e, come in altre occasioni in questa saga ventennale, incomprensibili se non addirittura sospette per chi è “del mestiere”. Sorvolando su Villa Locatelli, che nel merito ha poco o nulla a che fare, un vuoto significativo è stato quello lasciato del Parco Adda Nord e dalla Sovrintendenza. Quest’ultima infatti è stata indicata da varie fonti come l’ente che negli ultimi mesi più ha ostacolato gli elaborati prodotti da professori e studenti del Politecnico di Milano; il Parco dal canto suo, competente in quanto la caserma si affaccerebbe sul lago, più di una volta pose veti e barriere al nascere del comando provinciale.

befana_pompieri201712Dopo tutti questi precedenti c’è chi ancora riesce a usare toni trionfalistici: stando ad annunci e titoli oggi la città avrebbe più torri d’esercitazione che campanili. Invece Lecco resta l’unico capoluogo di provincia d’Italia senza una caserma a norma, con uffici e sede operativa in luoghi diversi, mezzi di emergenza accampati ove possibile, e senza un attracco diretto al lago.

C.C.

 

 

 

Pubblicato in: politica, Città, Hinterland, Valsassina, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati