MALGRATE: GIONA IN MUSICA
IL CONCERTO DEL CORO MELOS

CHIESA MALGRATEMALGRATE – “Quanta dolcezza musicale!”. Ieri sera la parrocchiale di San Leonardo di Malgrate ha di nuovo accolto un profondo esempio di narrazione musicale. Stile di racconto che in questi anni è stato sperimentato spesso con eccellenti risultati da molti cori e realtà musicali della nostra provincia, unendo l’aspetto corale o strumentale a quello recitativo. Ma quella di ieri è stata una performance piuttosto rara. Interpretata dal coro Melos diretto dal maestro Daniela Garghentini, formazione che ha origine nella parrocchia di Garlate e che ora sta crescendo come associazione musicale con sede in Sala di Calolziocorte, “la storia di Giona” esce dalla lettura biblica per ritrovarsi viva in un’architettura fatta di sonorità, armonie ebraiche, brevi narrazioni recitative ma molto chiare e pezzi strumentali non tanto virtuosistici ma assolutamente adatti e delicati.

Ha accompagnato all’organo il giovane talento Marcello Panunzio, con l’umiltà e il sorriso tipici di chi ama davvero la musica, poi Alessandro Sala al flauto. Come da tradizione ebraica il coro ha scelto alcuni tra i pezzi più toccanti, come il canone su “Shalom Chaverin” e il salmo 133 “Hineh Ma Tov”, apprezzatissimo e richiesto come bis.

GIONA 1Delicati e intensi anche i due Padre Nostro proposti; il primo nella versione francese di Maurice Doruflè e l’ultimo, in chiusura, di Nicolaj Andreevic Rimskij-Korsakov.

La storia di Giona, come le tante vicende che popolano i testi sacri, rischiano spesso di cominciare e concludersi in una lettura durante la celebrazione liturgica, quindi performance di questa qualità e contenuto aiutano ad entrare nella cultura biblica con il linguaggio delle arti, primo fra tutti si sa, nella diffusione delle religioni in tutti i tempi, specie in quelli dove gran parte della popolazione era analfabeta.

Il coro, accompagnato dalle narrazioni di Mauro Pigazzini, ha davvero dimostrato grandi capacità tecniche e interpretative, e come ha ricordato il giovane presidente Daniele Invernizzi, l’imminente futuro sarà ricco di appuntamenti musicali da non perdere. Intanto la parrocchiale di Malgrate attende venerdì 13 alle 21 il prossimo momento musicale in programma con il coro I Vous de la Valgranda di Ballabio, diretto da Riccardo Invernizzi, con il concerto dedicato alla storia del canto di montagna intitolato “Tra il naso e la luna”, appuntamento dedicato alla maratona Telethon.

Michele Casadio

 

 

Pubblicato in: Cultura, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati