MAZZETTE/DUE ANNI E OTTO MESI ALL’AVVOCATO MINERVINI

MINERVINI PdL

Giovanni Minervini

LECCO – Prima condanna nell’ambito della vicenda scaturita dalla presunta mazzetta al geometra del Comune di Lecco Maurizio Castagna, che vede coinvolti anche l’ex consigliere in quota Lega Francesco Sorrentino e l’avvocato ballabiese Giovanni Minervini. Quest’ultimo ha patteggiato oggi nell’udienza preliminare una pena concordata di due anni e otto mesi, frutto dell’accordo tra i suoi legali e il Sostituto procuratore Silvia Zannini.

La sentenza del Gip Paolo Salvatore è stata emessa in assenza di Minervini, rappresentato dal collega del foro di Lecco Luca Marsigli e dall’avvocato Alessandro Meregalli di Monza – che hanno chiesto la revoca dell’obbligo di dimora, in essere dopo che inizialmente il 40enne era stato posto agli arresti domiciliari nella sua abitazione in seguito all’arresto il 6 maggio scorso. In considerazione della pena, i legali di Minervini dovrebbero presentare istanza per una misura alternativa alla detenzione (probabilmente i lavori socialmente utili).

sorrentino e castagna in manette

Sorrentino e Castagna

L’accusa per il giovane ma noto legale di Ballabio era di concorso in concussione; secondo la ricostruzione del PM Silvia Zannini, Minervini avrebbe proposto ad un suo cliente lecchese la possibilità di “facilitare” una pratica rimasta incagliata al Comune di Lecco, versando una mazzetta a Castagna con l’intermediazione di Sorrentino. La Guardia di Finanza con l’aiuto del cittadino aveva fotografato la consegna dei soldi.

Dopo la condanna (patteggiata) dell’avvocato gli altri due protagonisti – che nel frattempo hanno deciso di andare a processo senza riti alternativi – verranno giudicati il primo dicembre al Tribunale di Lecco.

 

Pubblicato in: Città, Ballabio, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati