MEAB E IMMAGIMONDO
MOSTRANO I “PRIMITIVI”
CHE SONO FRA NOI

GALBIATE –MEAB 025 Si è conclusa questo weekend la tappa “Natura e territorio” del Festival Immagimondo organizzata da Les Cultures in collaborazione con Parco Monte Barro e Museo Etnografico dell’Alta Brianza.

Proprio il MEAB ha visto la proiezione, sia sabato 4 che domenica 5 ottobre, del ciclo di documentari dal titolo “Noi primitivi”, frutto di ricerche degli antropologi e storici del museo. I video sono stati realizzati dal 1998 al 2007, e hanno per protagonisti uomini e donne che, pur vivendo vicino a noi, in Brianza e nel Lecchese, conoscono e praticano tecniche e usanze che vengono dal passato, spesso simili a quelle dei gruppi umani che noi riteniamo ‘primitivi’.

massimo pirovano

«L’etnografia, non disgiunta dalla storia, si interessa sempre a ‘uomini diversi da noi’ che, con le loro attività, le loro abitudini e le loro convinzioni, ci interrogano sulle nostra vita quotidiana, sulle nostre relazioni, sulle nostre mentalità, a partire da ciò che ci appare diverso nel tempo e nello spazio.» spiega Massimo Pirovano, direttore del Meab «In questa prospettiva si pongono le ricerche promosse o sostenute dal Museo Etnografico dell’Alta Brianza, illustrate anche attraverso i film prodotti, con i quali il museo intende svolgere, come museo di società, la sua opera di divulgazione scientifica e di promozione culturale.»

Nella sala Leydi del museo di Camporeso di sono dunque susseguiti: “Il lavoro dei pescatori”, di Bolis G., Pirovano M. vincitore nel 1998 del “Premio internazionale di studi etnoantropologici Pitrè – Salomone Marino Città di Palermo”, degli stessi ricercatori “Mélga e lìsca. L’artigianato povero ai margini dell’agricoltura ” (1999), di Bolis G. e Sordi I. “Ul cavagnén – Il cestaio”, “La pecora è d’oro”. L’allevamento ovino in Brianza ieri e oggi” (2002) di Bolis G. e Pirovano M., “La vite e il vino: tecniche della tradizione” di Bolis G., Sordi I., “Larius olei ferax. L’olivicoltura tradizionale nel territorio lecchese”  di Bolis G., De Battista A., Pirovano M., “Fiorino Losa burattinaio” di Bolis G., Melazzi C., Pirovano M., “I saperi del bosco” di Bolis G., De Battista A., Sordi I., “Le patate di Annone, Testimonianze e pratiche di una società cambiata” di Bolis G., Pirovano M., “L’ultimo roccolatore” (2007) di Pirovano M., Bolis G., “Angelo Sirico, costruttore di flauti, etnografo per caso” Pirovano M., e infine “Saperi femminili” Bolis G., Pirovano M.

Chiara Vassena

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati