MERCATO CITTADINO: CENTINAIA
I CONTROLLI DELLA MUNICIPALE

mercatoLECCO – Quanti e quali gli interventi di controllo effettuati dal comando di Polizia Locale nel corso del 2014, intesi a garantire condizioni di uguaglianza a legalità, con riguardo alle zone direttamente adibite a mercato cittadino e alle zone limitrofe.

175, le verifiche riguardanti il possesso della carta di esercizio, altrettante sull’attestazione da parte degli operatori commerciali su area pubblica, siano essi titolari di concessioni di posteggio o concessioni giornaliere di posteggio; 21, i verbali di ispezione relativi, fra le altre cose, alla verifica dell’attività commerciale svolta, al possesso dei titoli autorizzativi, all’esposizione dei prezzi, all’etichettatura della merce non alimentare in vendita, all’indicazione della provenienza degli alimenti (frutta e verdura) e al rispetto delle delimitazioni dei singoli posteggi.

Sempre nel corso del 2014 è stato effettuato un sequestro penale, con comunicazione di notizia di reato all’Autorità Giudiziaria per contraffazione, ai sensi del Codice Penale; 2 sono stati i verbali di mancato rispetto dell’Ordinanza Sindacale per vendita in forma itinerante a meno di 500 metri da dove si svolge il mercato cittadino, 5 i sequestri amministrativi per vendita in forma itinerante, effettuata senza essere in possesso dell’autorizzazione e 5 i verbali di rinvenimento di merci abbandonate da venditori datisi alla fuga.

polizia municipale10 sono state, inoltre, le verifiche richieste dalle associazioni di categoria riguardanti presunte irregolarità sulle carte di esercizio in possesso di altrettanti operatori appartenenti al mercato cittadino.

Anche sul fronte della riscossione dei tributi locali legati all’occupazione del suolo pubblico la rendicontazione è puntuale: “Occorre discernere i fatti dalle opinioni e dalle semplificazioni – precisa l’assessore alle attività produttive del Comune di Lecco, Armando Volontè – il monitoraggio delle zone direttamente adibite a mercato e delle zone limitrofe è costante e capillare e la normativa che regolamenta l’individuazione e la regolamentazione dell’area mercatale cittadina non prevede di procedere per tentativi”.

 

 

 

Pubblicato in: Elezioni, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati