METASTASI/”COLPE DI PALERMO?”
IL PM ALBERTINI NON CI STA:
“COLPEVOLI, VANNO CONDANNATI”

tribunale lecco 11LECCO – “Sono colpevoli e confermo: vanno condannati”. Irremovibile il Pubblico Ministero Bruna Albertini, per nulla convinta dalle repliche delle difese dei 17 imputati nel processo antimafia “Metastasi”. Il tentativo di addossare ogni responsabilità all’ex consigliere comunale Ernesto Palermo, già condannato a sei anni e otto mesi con rito abbreviato ma senza l’aggravante mafiosa, non va giù all’accusa.

Forse anche un po’ sopra le righe, ma Palermo “che motivo avrebbe per fregare Mario Trovato?” si chiede Albertini. “Lo rispettava, si capisce dalla registrazioni. Lo tira in ballo in ogni attività, anche nella Lido di Paré”.

Convinta la Pm anche della colpevolezza dell’ex sindaco di Valmadrera Marco Rusconi che avrebbe ricevuto una mazzetta per la concessione del Lido alla società dei due imputati Saverio Lilliu e Antonello Redaelli e rifiuta la versione della difesa secondo cui non vi sarebbero né intercettazioni né prove di uno scambio di mazzette. E ancora torna la figura di Paleremo il quale, sempre secondo l’avvocato Giarda, si sarebbe tenuto per sé la mazzetta da 5.000 euro.

Martedì prossimo, primo marzo, l’attesa sentenza.

 

 

 

 

Pubblicato in: Valmadrera, Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati