“MI PAGANO PER CAZZEGGIARE”
SHOW DI DARIO VERGASSOLA
A VALMADRERA COL SUO LIBRO

lecconews (4)VALMADRERA – «E’ il mio primo romanzo, l’ho scritto solo adesso perché ho scoperto da poco che davano un acconto.. pazzesco, vero?» così Dario Vergassola, il celebre comico ligure, ha presentato giovedì 19 il suo libro “La ballata delle acciughe” al Centro Fatebenfratelli di Valmadrera. Praticamente un vero e proprio spettacolo comico, che ha coinvolto il numeroso pubblico per tutta a serata.

Tra battute e gag improvvisate, che hanno visto coinvolte le organizzatrici della serata, la responsabile dei servizi bibliotecari Katia Cesana e l’assessore alla Cultura Raffaella Brioni, è stata delineata la storia di Gino, gestore del “Bar Pavone” di La Spezia («un posto ancor più triste di Lecco…diciamo dove i lecchesi vanno quando sono depressi») che, obbligato dalle ultime volontà di un amico scomparso, lascia il gruppo degli avventori del locale per un pellegrinaggio ‘spirituale’ nel cuore dell’America. Gli amici del bar, fra cui Giulianone, il matto che racconta di essere stato rapito dagli alieni, l’ipocondriaco Ansia o Malattie Imbarazzanti, Lucio e Albè i cassaintegrati che da anni giocano la stessa partita, seguono e commentano tutte le sue peripezie: ma la voce della verità spetta ad un barattolo di acciughe sott’olio.


lecconews (3)«Come mai? Svolgono forse il ruolo del coro greco? Mah, il libro è di chi lo legge e ognuno ci vede dentro una cosa diversa, perché ci mette la sua storia… diciamo che sicuramente le acciughe sott’olio sono un elemento ricorrente nei bar liguri…basta che ne mangi una e poi vedi quanto bevi!» precisa Vergassola, che ammette: «Andare al bar è come fare analisi senza pagare: certo ci sono le prese in giro, ma è un ambiente fortemente protettivo fatto di personaggi un po’ strani, ma umili e umani, e quelli del mio libro oltretutto esistono veramente» E’ il caso dei fratelli Chiappa i “traslocatori da un neurone in tre”, bruti dotati di una forza straordinaria ma un po’ sempliciotti, che non esitano però ad aiutare una ex compagna di scuola vittima di violenze domestiche conciandone per le feste il marito.

lecconews (2)Un libro che fa riflettere, oltre che ridere, affrontando diverse tematiche quali i rapporti intergenerazionali e passando dai fumetti: tappa obbligata “Una ballata del mare salato” di Ugo Pratt «Non si può obbligare nessuno a leggere: anche i ragazzi devono farlo con i propri tempi. Oppure devi attirarli un po’ subdolamente come ho fatto con mio figlio, lasciandogli per casa il libro di Jean-Claude Izzo, giallista francese, aperto sulla pagina che parla dei breakers.»

Tra i libri consigliati “La città dei ladri”, “Piccoli suicidi fra amici”, “La vita davanti a sé” e “Ci rivediamo lassù”, anche se il preferito di sempre rimane “Il buio oltre la sepie”. E la “Ballata delle acciughe”? «Mi piacerebbe fare un seguito: magari con tutta la banda del bar che va all’isola di Wight. Vedremo.» Insomma forse rivedremo presto sugli scaffali un nuovo libro del comico che, a proposito dei suoi successi, minimizza: «Nella mia vita ho avuto la fortuna di incontrare tre persone in particolare: Davide Riondino, Jannacci, e Gaber…per il resto mi pagano per cazzeggiare e come dice mia moglie: “Goditela finché non se ne accorgono!”»

Chiara Vassena 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati