MIGRANTI, PER LA LEGA RICORSO
DEL PREFETTO “CARTA STRACCIA”.
E AVANTI CON LE ORDINANZE

LECCO – “Il sindaco di Oggiono, come gli altri sindaci leghisti in Lombardia, non si fermerà certo per il timore delle carte bollate e dei ricorsi vari avviati o annunciati dal Prefetto di Lecco, come da altri Prefetti lombardi, tra cui quello di Milano, contro le cosiddette ordinanze anti immigrati. Lettere o ricorsi che per i nostri sindaci equivalgono a carta straccia”.

bordonali grimoldi lega migranti bione tendopoli 52Lo dichiarano il deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi e Flavio Nogara, segretario provinciale del Carroccio.

“Al Prefetto di Lecco ribadiamo che i sindaci della Lega Nord andranno avanti per la loro strada, senza ritirare le ordinanze, avendo assunto prima di tutto una responsabilità verso i loro cittadini, che è la sola ragionevole motivazione per cui i nostri amministratori hanno emanato queste ordinanze di buon senso. Non solo, nei prossimi giorni, dal contenuto di queste ordinanze, verranno sviluppati dei regolamenti comunali che toglieranno definitivamente ogni dubbio di di legittimità anche al più scettico dei prefetti…”.

Parole destinate a surriscaldare ulteriormente un clima già abbastanza teso.

Pubblicato in: politica, Immigrazione, Oggiono, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati