‘NDRANGHETA ED EXPO:
IN MANETTE CONSIGLIERE PD
IN CONTATTO CON PALERMO

VALMADRERA ( LECCO ) = ARRESTO DA PARTE DELLA PROCURA DI MILANO DEL SINDACO DI VALMADRERA MARCO RUSCONI E DEL CONSIGLIERE DI LECCO ERNESTO PALERMO A SEGUITO DI UN' INADAGINE DELLA DIA NATA DAGLI INCENDI DEL PAREO BEACH NEL LUGLIO 2008 E 2009MILANO – Nuovi arresti per ‘ndrangheta nel mondo politico ed imprenditoriale lombardo. Ne riferisce “Il fatto quotidiano” che denuncia infiltrazioni della criminalità nei subappalti per l’esposizione universale.

Ed è ancora un politico del Partito Democratico a finire in manette. “Paga la ‘ndrangheta, garantisce il consigliere comunale di Rho Calogero Addisi” scrivono Bertolini e Milosa nell’edizione on line del quotidiano di Padellaro.

L’operazione Quadrifoglio fotografa i nuovi assetti dei clan e ricostruisce la presenza dei boss negli affari di Expo. Da Vibo Valentia all’hinterland milanese, Addisi fiuta l’affare, media con la cosca e passa la palla all’imprenditore.

> LEGGI QUI L’ARTICOLO DEL FATTO QUOTIDIANO

Calogero Addisi non è nuovo alle cronache nostrane. Il suo nome rientra tra i contatti di Ernesto Palermo, anch’egli politico locale in quota Pd che avrebbe avuto il ruolo di mantenere i contatti tra la propria ‘ndrina e gli ambienti della politica e dell’impresa.

Secondo quanto raccolto nell’inchiesta Metastasi, Palermo si offrì di “procurare voti alla candidata per il Pdl al consiglio comunale di Milano Mariolina Moioli” già assessore alla famiglia nella giunta Moratti. Dunque avrebbe garantito di poter mettere a disposizione il “proprio bacino elettorale e quello di altri politici in collegamento con famiglie calabresi” tra i quali indica anche Luigi Calogero Addisi, ex consigliere comunale a Rho.

C. C.

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, Città, Hinterland, Economia, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati