‘NDRANGHETA E POLITICA:
DOMANI LE SENTENZE
SULL’INCHIESTA METASTASI

tribunale lecco 6LECCO – Attese per domani, primo marzo, le sentenze del processo Metastasi all’interno del quale il pubblico ministero Bruna Albertini ha chiesto per i 17 imputati pene complessive per 130 anni di carcere.

A poco meno di due anni dagli arresti seguiti alle indagini dell’antimafia di Milano attorno alla concessione del Lido di Paré a Valmadrera si sta così giungendo alla conclusione del processo di primo grado, dove si è parlato anche di associazione mafiosa.

La tesi dell’accusa ha voluto dimostrare la presenza per nulla sopita di una cellula ‘ndranghetista sul territorio lecchese, capace di rapportarsi con la politica senza destare perplessità nella classe dirigente. La richiesta di pena più severa è infatti diretta a Mario Trovato, 20 anni di reclusione, poiché individuato dal pm come il boss della locale criminale.

RUSCONI-MARCO2Otto anni di carcere sono quelli richiesti invece per l’ex sindaco democratico di Valmadrera Marco Rusconi imputato per corruzione in atto contrario ai doveri d’ufficio: secondo la ricostruzione dell’accusa avrebbe ricevuto una mazzetta per la concessione del Lido alla società di altri due imputati nel processo, Saverio Lilliu e Antonello Redaelli (per loro chiesti rispettivamente 11 e 14 anni di reclusione), ritenuti essere prestanome del clan Trovato.

Domani al Palazzo di Giustizia di Lecco si conosceranno le decisioni della corte anche per gli altri imputati. Per tutti il pm ha chiesto pene severe: 13 anni per Antonino Romeo, 12 anni per Massimo Nasatti, 7 anni per Claudio Crotta. 7 anche gli anni di carcere chiesti per Gaetano Mauri, 6 anni per Rolando Trovato, 5 per il fratello Giacomo – già all’ergastolo per omicidio – e 4 per la sorella Stefania Shanna e l’altro fratello Franco. 5 anni la pena richiesta per Claudio Bongarzone, 4 anni per Gian Guido Mazza e Alessio Ghislanzoni, infine 3 anni per la compagna di Bongarzone Gilvana Goncalves e per la compagna di Mario Trovato Alexandra Ivanoskhova.

 

LEGGI ANCHE

DUE ANNI DI “METASTASI”: 
DALLE INDAGINI SUL LIDO DI PARE’ 
FINO A 130 ANNI DI CARCERE?

 

 

Pubblicato in: politica, Valmadrera, Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati