NOTTE BIANCA DI VALMADRERA: SUCCESSO RICONFERMATO.
GALLERIA FOTOGRAFICA

VALMADRERA – La Notte Bianca di Valmadrera per notte biancaquesta terza edizione ha cambiato sede: dal centro cittadino si è spostata infatti all’area feste della frazione periferica di Caserta. Un bel cambiamento dovuto alla difficoltà di chiedere la chiusura delle strade cittadine all’amministrazione valmadrerese, che risultava commissariata nel periodo dell’arresto del ex sindaco Marco Rusconi. Gli organizzatori dell’Ufficio Gestione Turismo temevano un calo di presenze che invece non si è verificato: tanti infatti i cittadini felici di vedere animata anche la zona di Caserta e non la sola Parè, che si affaccia sul lago.

Molte le attrazioni lungo tutta la giornata: fisse una ventina di bancarelle di commercianti (soprattutto gioielli, oggettistica e prodotti alimentari tradizionali), ma anche alcune associazioni ludico-ricreative.

Presenti con alcuni stand anche Protezione Civile, Croce Rossa e Avis, che hanno gratuitamente provato la pressione ai partecipanti alla manifestazione.

notte bianca (7)Il pomeriggio ha visto protagonisti i bambini con un Mercato delle Pulci a loro dedicato e la Baby Dance, dalle 19.30 si sono susseguiti spettacoli musicali per tutti i gusti. Molto apprezzati i ballerini di OsteoporosysDanceTheatre che hanno proposto “Stardust” e “Foreverland”, spettacoli contemporanei in cui danza e teatro di fondono, ma hanno riscosso successo anche i “Surmanei” un gruppo folkloristico di una quarantina di persone che ha animato la serata con canti popolari nel dialetto di Sormano, nella zona della Valassina.

Un deciso cambio di prospettiva con il gruppo guidato da Virgina Conti che ha proposto alcune danze arabe, in particolare quella del ventre. A seguire alle 22 l’atteso concerto della band “Hypocrisia”, i ragazzi di Rovagnate hanno animato la serata con sonorità che hanno spaziato dal funk al blues, passando per il rock, fino a notte tarda si è poi ballato sui ritmi latini del gruppo di animazione Timbalive.

L’area di ristoro è stata gestita dal birrificio Herba Monstrum di Galbiate che per tutta la giornata ha scelto di servire piatti insoliti rispetto a quelli solitamente presenti alle feste di paese, pizzoccheri e insalata di farro in particolare, accompagnandoli da pregiate birre artigianali.

 

 

Pubblicato in: Eventi, Giovani, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati