ROTTURA DEL CUORE, SALVATO.
PER IL CARDIOLOGO: “RARISSIMO,
GRANDE LAVORO DI SQUADRA”

SAVONITTO Stefano

Stefano Savonitto

LECCO – “Un evento raro, seguito da un evento ancora più raro”. Stefano Savonitto, primario di Cardiologia all’ospedale Alessandro Manzoni di Lecco definisce così l’operazione al cuore che ha salvato la vita a un sessantenne canturino.

“Una volta arrivato da noi il paziente era stato condotto nella sala emodinamica – racconta -, gli è stato effettuato un ecocardiogramma e subito portato in sala operatoria”.

Michele Triggiani

Michele Triggiani

Lì era stato operato dal cardiochirurgo Michele Triggiani che ha salvato la vita al canturino che oggi è in riabilitazione, non avendo avuto alcun deficit dopo l’intervento.

La rottura del cuore in fase acuta è rarissima – indica lo specialista -, ancora più eccezionale è salvare la vittima. In questi casi il tasso di mortalità è superiore al 90%. Fortunatamente il medico di Como ha intuito subito come stavano le cose e ha mandato il paziente a Lecco, dove c’è un team preparato, con il cardiochirurgo sempre disponibile. Qui al cuore del paziente è stata applicata una pezza, un intervento molto difficile che non tutti attuano”.

L’operazione è avvenuta nel reparto di Cardiochirurgia, ma anche la Cardiologia ha avuto la sua parte. “I medici del team hanno azzeccato subito la diagnosi prima del trasporto in sala operatoria”. E grazie al lavoro di squadra, il cuore del sessantenne oggi batte ancora.

F. L.

 

IL CASO (da LeccoNews):

ospedale manzoni park 2 - Copia

INCREDIBILE TRA CANTU’ E LECCO:
“ROTTURA DI CUORE”, MA IL PAZIENTE
VIENE SALVATO AL MANZONI

16/06/2014
LECCO – Domenica 1 giugno, ore 08.48, Cantù: richiesta di soccorso per un sessantenne incosciente. Viene classificato come codice rosso, si invia …

 

 

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati