OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE:
CONFINDUSTRIA STANZIA
260MILA EURO PER LO SVILUPPO

LECCO – Nuove opportunità per le aziende del territorio MAGGI CONFINDUSTRIAlegate a Confindustria: l’organizzazione di Lecco e Sondrio ha messo a disposizione 260.000 euro per finanziare alcune iniziative a sostegno delle imprese. “Abbiamo stanziato quattro fondi – spiega il presidente Giovanni Maggi – per sostenere la crescita e la competitività dei nostri associati nelle aree strategiche dell’internazionalizzazione, della ricerca e innovazione, della sicurezza e della valorizzazione del capitale umano, con l’obiettivo di sostenere gli imprenditori affinché siano nelle migliori condizioni per competere sui mercati interni ed esterni”.

Per accedere ai fondi è necessario partecipare ai bandi secondo le condizioni generali da essi previsti: le aziende potranno tuttavia fare una domanda per ogni area tematica e l’ammontare del contributo eventualmente concesso sarà relativo alla quota associativa versata. “Ben 100 000 euro sono stati stanziati per l’internazionalizzazione e la stessa cifra per l’assunzione dei giovani– prosegue Maggi – e questo è sicuramente uno sforzo logico che va nella giusta direzione, mentre 40 000 e 20 000 euro sono destinati rispettivamente alla ricerca e alla sicurezza”.

Il bonus per l’internazionalizzazione – illustra Cristina Pierini responsabile del settore – consiste in un rimborso del 50% delle spese sostenute dalle aziende per le fiere all’estero, le fiere internazionali in Italia, per la ricerca di partner e indagini di mercato. Mentre il fondo per la ricerca contribuisce alle spese per le attività di innovazione tecnico-produttiva e riorganizzativa, offrendo anche un supporto nella tutela della proprietà intellettuale”.

pierini maggi sirtori airoldi CONFINDUSTRIAGiorgio Airoldi – responsabile delle relazioni industriali – spiega le opportunità per chi assume giovani: “Il contributo coprirà una parte del costo del lavoro sostenuto dall’azienda nell’arco di 12 mesi nel 2016 per l’assunzione di giovani, i quali devono però avere caratteristiche precise. Essere alla prima esperienza lavorativa, avere un’età compresa tra i 16 e i 26 anni, essere in possesso di una qualifica professionale, un diploma o una laurea. L’azienda avrà diritto ad un bonus di massimo 3000 euro se assumerà una figura con questi parametri offrendogli un contratto d’apprendistato, a tempo indeterminato o a tempo determinato di almeno 12 mesi”. “Sull’ambiente e la sicurezza in materia di lavoro la normativa è vasta, complessa e in continuo aggiornamento – osserva il referente Andrea Barison – il nostro intervento vuole dare un supporto per verificare il rispetto degli adempimenti previsti dalla legge, così da evidenziare eventuali punti critici e mancanze, per poi suggerire interventi mirati di miglioramenti o messa a norma”.

Tutti i bandi saranno operativi nel corso delle prossime settimane, tuttavia la maggior parte di essi copre retroattivamente alcune delle spese già sostenute. “Lo sforzo economico è importante – conclude il direttore generale di Confindustria Lecco e Sondrio Giulio Sirtori – ma siamo fortemente convinti che in questa fase sia necessario sostenere le imprese nello sviluppo degli asset competitivi, andando anche a compensare col nostro intervento i tagli subiti dagli organi camerali”.

Manuela Valsecchi

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati