PAREO LIVE CONTEST:
TROLT WAREN I PRIMI FINALISTI

Trolt waren (6)OLIVETO LARIO – I Trolt Waren si sono aggiudicati la prima serata del Pareo Live Contest guadagnandosi un posto nella fase finale del concorso. La giuria ha premiato la band metal assegnandole 215 punti.

Solo dieci punti in meno per i Genesian Folks (205) che possono sperare nel ripescaggio avendo ottenuto 7 punti dal voto popolare, cioè almeno 35 gettoni/consumazione.

159 punti per i giovanissimi Reeds Blues che hanno raccolto anche 5 gettoni del pubblico.

Reeds BluesEsito della prima sfida

TROLT WAREN: 215 punti (215 voto giuria; 0 voto pubblico)

GENESIAN FOLKS: 205 punti (198 voto giuria; 7 voto pubblico)

REEDS BLUES: 159 punti (158 voto giuria; 1 voto pubblico)

> PAREO LIVE CONTEST: IL CALENDARIO DELLE SFIDE

– – – – – – – –

GENESIAN FOLKSCinque baldi giovani con esperienze ed estrazioni musicali diverse si ritrovano tra fine 2013 e inizio 2014 alle pendici del monte San Genesio per dare corpo alle canzoni di Alo. Testi in dialetto brianzolo: spunti sagaci su storie di tutti i giorni, impreziosite dalle sfumature che solo il gergo riesce a trasmettere. Un’anima folk-rock senza un genere musicale di riferimento, al tiro di basso e batteria rispondono gli assoli di chitarra elettrica e le atmosfere di violino e chitarra acustica. Insomma, Genesian Folks… e te stet so bel viscul!

REEDS BLUES – Reeds Blues nasce da un’idea nata da Simone Timpano di andare a suonare le armoniche, con alla chitarra Stefano Micheli, per le strade della lombardia, tra cui Bergamo e Milano.
Successivamente, visto che l’idea funzionava abbastanza bene, si è deciso di suonare amplificati e non più in acustico. Trovato il batterista Lucien Boilevin, ci siamo ritrovati tutti e tre nel genere che parte dal blues per mescolarsi al rock, jazz, psykedelik e molti altri. Dopo un periodo di prove intense abbiamo iniziato a farci conoscere per la città di Lecco e comuni.

reed blues

TROLT WAREN – I Trolt Waren nascono nell’estate del 2007 a Lecco da un’idea di Martino (chitarra e voce) e Luca (basso e voce), che trovano con Matteo (batteria) un ottimo innesto dietro le pelli. Inizialmente il genere proposto dai tre è un thrash metal molto influenzato da black e death metal. Il fatto di non proporre cover è di ostacolo alla band che infatti si esibisce per la prima volta a fine 2009. Da lì sono state poche le occasioni di vedere il trio all’opera dal vivo, ma nel 2010 i Trolt Waren riescono ad esibirsi a Lecco di spalla ai Furor Gallico. I continui innesti e cambi di lineup, come l’arrivo di una female singer e di un secondo chitarrista minano la stabilità della band che, a fine 2012, è composta solamente da Martino, il quale non si perde d’animo e tra Marzo e Aprile del 2013 dà alla luce la prima demo composta da 4 brani e registrata presso i Cellar Door Studio di Gianluca Amendolara a Milano. Nella primavera del 2014 Martino, deciso a riproporre la musica dei Trolt Waren, ricontatta Matteo, cerca un secondo chitarrista ed un nuovo bassista. Rispondono all’appello Davide (chitarra e cori) e Silvio (basso) e completata così la lineup i Trolt Waren possono tornare sulla scena underground proponendo la demo, alcune vecchie canzoni riarrangiate e nuovi brani scritti dalla nuova formazione.

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Giovani, Hinterland, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti