PGT APPROVATO, IL PD
DI LECCO “SODDISFATTO”

LECCO – Il Consiglio Comunale ha dunque approvato il Piano di Governo del Territorio. La votazione finale ha visto 23 voti a favore (PD, IDV Appello), 11 astenuti (NCD, Lega, Fratelli D’Italia) e il no di Sinistra unita. Alle 21.57 del 30 giugno 2014 finalmente la città ha lo strumento principe della programmazione urbanistica e dei servizi.

“Si giunge al termine di un iter lungo ed accidentato – afferma il PD città di Lecco -, iniziato nel 2008 dalla Giunta Faggi, con non pochi errori, omissioni ed imprecisioni e poi preso in mano dall’attuale amministrazione dopo la vittoria elettorale del 2010, corretto in tutta la parte di conoscenza del territorio e definito nei suoi obiettivi progettuali e di programmazione fino alla presentazione alla fine del 2013 ed all’approvazione di oggi”.

“Con grande soddisfazione – sottolinea il segretario cittadino Giovanni Fornoni – la città può contare su un quadro definito ed efficace per disegnare il suo futuro urbanistico, economico, sociale ed ambientale. L’approvazione del PGT, entro i termini ultimi previsti da Regione Lombardia, è una tappa fondamentale dell’amministrazione Brivio guidata dal PD”.

“Un grande ringraziamento – continua Fornoni – va ai consiglieri comunali del PD che hanno affrontato con determinazione, caparbietà e lucidità la maratona finale per l’approvazione del PGT e a cui si deve gran parte del merito per il risultato conseguito. Certo non sono mancate le difficoltà ma il gruppo consiliare del PD, unitamente ai consiglieri di maggioranza di Appello e dell’IDV alla fine, superando il muro contro muro con le opposizioni ed in particolare con la Lega, ha conseguito il risultato positivo che la città attendeva”.

Ora il Pd città di Lecco “vedrà di monitorare con attenzione l’attuazione del PGT e la sua traduzione in un effettivo sviluppo e cambiamento della città nei prossimi 5 anni. E’ nostra intenzione istituire una commissione permanente che esamini l’attuazione del piano, con particolare riferimento agli ambiti si trasformazione urbana inseriti nel documento di piano. Il PGT infatti ha quella flessibilità che richiede il monitoraggio continuo e soprattutto un costante confronto con la città per mettere in campo la giusta sinergia tra pubblico e privato per garantire la trasformazione reale della città, con l’aggiornamento della sua vocazione manifatturiera ed al contempo lo sviluppo dell’attività di ricerca avanzata, dell’istruzione universitaria e delle nuove prospettivi legate ad una valorizzazione forte delle potenzialità altissime del settore turistico, nell’ambito del contesto geografico e paesaggistico unico della città, tra il lago e le sue splendide montagne. Lavoro questo – conclude la nota del PD – che impegnerà da subito il partito cittadino e che sarà uno dei pilastri della prossima campagna elettorale per il rinnovo del mandato amministrativo del 2015; lavoro determinante nel realizzare concretamente le intuizioni ed i programmi che con l’approvazione del PGT ora possono divenire obiettivi centrali su chiedere ai cittadini lecchesi il rinnovo della fiducia per il governo della città fino al 2020”.

Pubblicato in: Città, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati