PIAZZA AFFARI, SCOTTI (FAI): “DEGRADO TOTALE,
ALTRO CHE TURISMO…”

cantiere piazza affari 4LECCO – “Questa situazione è intollerabile, sembra un paese del terzo mondo, altro che città turistica”. Gianfranco Scotti, capo delegazione provinciale del Fai-Fondo ambiente italiano, interviene duro sulla situazione del vecchio tribunale e di piazza degli affari a Lecco. Dal 2005 i numerosi cantieri hanno infatti deturpato l’area e ora l’ex parcheggio è una piscina a cielo aperto.

scotti g franco“E’ una vicenda che si trascina da troppi anni, quasi dieci – prosegue -. Ci sono state complicazioni a causa di aziende fallite, è vero, ma ora pare che debbano iniziare a muoversi le cose”. Anche perché una piazza centrale ridotta così da troppo tempo non è un buon biglietto da visita per la città. “Siamo un capoluogo di provincia – afferma Scotti -. Una situazione così degradante in centro è innammissibile. La piazza è un cantiere perenne, la torre abbandonata è un vero e proprio un pugno nell’occhio. Senza poi dimenticarci del tribunale e della banca, entrambi chiusi. Tutto questo non si può accettare, bisogna assolutamente risolvere il problema”.

Cantiere piazza affari 3In casi come questo, dove il Comune dovrebbe cercare di intervenire subito, la burocrazia non dà una mano. “In Italia abbiamo l’ufficio complicazioni per gli affari semplici – ironizza -, per cui questa cosa non giova alla sistemazione dell’isolato”. Anche piazza Garibaldi  è nel mirino del delegato del Fai. “La pavimentazione è da rifare. In queste cose siamo da terzo mondo, altro che città turistica. In quella che è la zona più centrale della città c’è una situazione troppo degradante”.

Cantiere piazza affari

 

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati