PIO GALLI: IN ANTEPRIMA A LECCO
IL FILM SUL SINDACALISTA,
PRESENTE SUSANNA CAMUSSO

pio galli volantinoLECCO – Un importante appuntamento aspetta la città di Lecco martedì prossimo alle 14.30 in sala Ticozzi: la proiezione in anteprima nazionale del film “Pio Galli: da una parte sola”, tratto dall’omonimo libro autobiografico scritto nel 1997 dal sindacalista lecchese.

“Il cortometraggio è dedicato alla figura di Pio Galli, partigiano, operaio della Caleotto, sindacalista, segretario della Fiom e della Camera del lavoro di Lecco, della Fiom di Brescia e successivamente segretario generale della Fiom e della Flm – racconta Wolfango Pirelli, segretario della Cgil di Lecco – e mette in luce la decisiva partecipazione dei lavoratori alla Resistenza e alla liberazione dal nazi-fascismo e alla ricostruzione dei diritti democratici dentro e fuori dai luoghi di lavoro. Celebriamo con questo film due ricorrenze importanti – prosegue Pirelli – i cinque anni dalla scomparsa del nostro amico Pio Galli e i 115 anni della nascita della Cgil e dalla Fiom. La proiezione sarà solo l’inizio dei tanti appuntamenti che vogliamo promuovere sul territorio in particolare nel capoluogo e nel comune di Annone dove Galli è nato”.

PIO GALLI CS01“Abbiamo già richiesto ai due sindaci di intitolare lui una via o un luogo importante – aggiunge Tino Magni – abbiamo poi in programma di allacciare una collaborazione con le scuole, approfittando degli spazi autogestiti per presentare il film e costruire momenti di approfondimento sui temi politici e sindacali attuali, a partire proprio dalla lezione che ci ha insegnato Pio Galli con la sua storia di vita”.

Una storia di vita davvero originale e intensa, come conferma Giusi Castelli, la regista del cortometraggio, realizzato sulla base del libro del sindacalista, dei documenti dell’Archivio del lavoro di Milano e dall’associazione Pio Galli di Lecco e dell’importante contributo delle interviste. “È stato un lavoro molto interessante ed emozionante perché emozionante è la storia di vita da cui è tratto, che emerge con un linguaggio semplice e chiaro già dal libro. Nella sua biografia viene data grande risonanza alla famiglia che lo ha sostenuto condividendo le sue scelte difficili e spesso estremamente intransigenti. Nel film ho cercato di far emergere anche questo aspetto umano, assieme al riconoscimento del ruolo fondamentale che ha avuto per il sindacato, così come traspare dalle interviste a Giorgio Benvenuto, Antonio Pizzinato e Raffaele Morese”.

Primo appuntamento dunque martedì per l’anteprima nazionale del film, in occasione della quale interverranno, oltre agli esponenti della Cgil Lecco e Cgil Lombardia, anche il sindaco di Lecco e dopo la visione la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso, che ha mosso i primi passi nel sindacato nel ’76, quando Pio Galli era segretario organizzativo, che verrà intervistata da Massimo Mascini direttore del quotidiano on line Il diario del lavoro.

 

Manuela Valsecchi

 

 

Pubblicato in: Cultura, lavoro, politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati