IL PREMIO ATLETA DELL’ANNO PANATHLON A SILVIA VALSECCHI

LECCO – È Silvia Valsecchi, ciclista professionista di Costa Masnaga (del team Be-Pink Astana) l’atleta lecchesedell’anno proclamata dal Panathlon club Lecco del presidente Alfredo Redaelli.

La cerimonia della consegna del premio è avvenuta martedì sera all’Nh Ponte Vecchio alla presenza anche del sindaco di Lecco Virginio Brivio e del questore Alberto Francini.
La Valsecchi non è stata però l’unica premiata perchè nell’occasione è stata consegnata la Targa di merito al presidente del Csi Lecco Carlo Isacchi e i Premi speciali Panathlon alla tennista Bianca Turati, all’atleta Mattia Padovani, al trialista Luca Petrella e alla nuotatrice Anna Pirovano.

Il ricordo
Prima delle premiazioni il presidente Redaelli ha voluto ricordare i soci scomparsi Ambrogio Bonfanti, Enrico Gilardi e Angelo Vassena. Un applauso è stato invece riservato al socio Marco Cariboni che ha ricevuto il Collare d’oro dal Coni come presidente della Canottieri Lecco.

Come detto il premio più prestigioso è andato a Silvia Valsecchi – arrivata da Roma – che ha disputato un grande 2014 conquistando, tra l’altro, il bronzo nel Campionato del Mondo nella cronometro a squadre di Ponferrada, oltre ad altri allori in pista. Simpatico che a premiare Silvia, sia stato Sergio Pozzi, presidente dell’Uc Costamasnaga (affiancato da Simona Arrigoni), prima società di appartenenza della brava ciclista veterana di questo sport.

PANATHLON PREMIO VALSECCHI

Mezzo secolo di Csi
La targa di merito è invece andata a Carlo Isacchi presidente del Csi di Lecco giunto al mezzo secolo di vita. Una associazione con 180 società e ventimila tesserati. A consegnare il premio è stato Renato Corbetta, anima dei premi Panathlon, che ha ceduto da quest’anno il testimone a Riccardo Benedetti. È stata poi la volta dei premi speciali all’insegna dei giovani, come ha spiegato proprio Riccardo Benedetti.
Cominciando dalla tennista juniores di Barzanò Bianca Turati. Numero 749 al mondo nella classifica Wta, è tra le prime cinquanta giovani più forti. In ritiro con la nazionale a Bordighera hanno ritirato il premo per lei i genitori Giuseppe e Silvia.

Giovani protagonisti
Applausi anche per la nuotatrice di Castello Brianza Anna Pirovano. Nella categoria Ragazzi ha ottenuto successo a raffica a livello nazionale ed internazionale. È primatista italiana nei 400 misti. A premiarla Marco Cariboni. Quindi è stata la volta di Mattia Padovani, lecchese dell’Atletica Colombo, campione italiano di campestre juniores e bronzo sui 1500 risultato che lo ha portato ai Mondiali. Il premio è stato consegnato da Riccardo Benedetti. Per concludere tempo di motori con il giovane talento del trial, il lecchese Luca Petrella. Già ai vertici nazionali ha pure conquistato a soli 16 anni una vittoria nell’Europeo in Belgio chiudendo la rassegna continentale secondo. A premiarlo il questore Francini e Luigi Baggioli.

 

 

Pubblicato in: Giovani, Città, Hinterland, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati