PRIMALUNA: LA ROVINOSA CADUTA
È LA CAUSA DELLA MORTE
DI CAMILLO CAVAGNA

Primaluna soccorsi baraPRIMALUNA – Tramite un comunicato il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico rende noto che causa della morte del 78enne di Primaluna è stata proprio la caduta lungo una riva scoscesa per ben cinquanta metri.

I tecnici della XIX Delegazione Lariana del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) stamattina hanno recuperato il corpo di un uomo di 78 anni, residente in paese. Le ricerche erano cominciate nella giornata di ieri, dopo che i familiari avevano lanciato l’allarme perché non era rientrato per l’ora di pranzo, come faceva di solito. Era uscito di casa ieri mattina, martedì 3 marzo 2015, diretto verso la propria baita.

Dopo la segnalazione del mancato rientro, i tecnici del Soccorso alpino, appartenenti alle Stazioni di Valsassina, Lecco e del Triangolo Lariano, insieme con la Guardia di Finanza e altre persone del posto, avevano cominciato a perlustrare i possibili tragitti, fino a tarda serata; stamattina all’alba sono state esaminate altre zone e intorno alle 10:00 è avvenuto il ritrovamento del corpo, senza vita, nei pressi di un torrente, a una quota di 850 mslm.

L’uomo era scivolato per una cinquantina di metri; ha riportato diversi traumi, che ne hanno causato la morte.

> BAITA SENZ’ACQUA: CHECK ALLA TUBATURA,
FATALE PER IL 77ENNE SCOMPARSO

> BREAKING NEWS: TROVATO SENZA VITA 
IL DISPERSO DI PRIMALUNA

 

 

 

Pubblicato in: Valsassina, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati