PRIMARIE PD, TRA I LECCHESI
L’ESTABLISHMENT PER RENZI
DOPPIA I GIOVANI DI ORLANDO

michele castelnovo (2)LECCO – Si è conclusa la prima fase del congresso Pd, riservata ai soli iscritti. I circoli territoriali hanno discusso e votato le mozioni congressuali dei tre candidati alla carica di segretario nazionale, Andrea Orlando, Michele Emiliano e Matteo Renzi. In Provincia di Lecco il risultato finale è stato il 31,7% per Orlando (198 voti), lo 0,3% per Emiliano (2 voti) e il 67,9% per Renzi (424 voti) con un’affluenza del 57,91%.

Il risultato per Andrea Orlando che ci consegna questa prima fase congressuale sul nostro territorio è positivo, sopra le medie regionali e nazionali in nostro possesso al momento, e dimostra che una parte importante del Pd chiede un cambiamento rispetto alla gestione di Matteo Renzi. La partecipazione bassa dimostra che il Pd è una comunità che non gode di buona salute” commenta Michele Castelnovo, coordinatore del comitato lecchese a sostegno di Andrea Orlando. “Il nostro gruppo è composto da tanti giovani che con entusiasmo e passione sono andati nei circoli a sostenere Andrea Orlando contrapponendosi all’establishment locale del partito e ottenendo risultati importanti. Non possiamo che essere orgogliosi del lavoro fatto sin qui”.

“La vera sfida comunque sarà quella del 30 aprile con le primarie aperte: noi sostenitori di Andrea Orlando nelle prossime settimane ci concentreremo sull’ascolto e sui contenuti. Torneremo a parlare con il mondo del lavoro e con le parti sociali per ricostruire il rapporto con loro e il dialogo che si è interrotto in questi anni di segreteria Renzi, così come dovremo coinvolgere i tanti iscritti ed elettori che ci hanno silenziosamente abbandonati. Vogliamo un Pd che torni ad essere per loro un punto di riferimento e abbiamo già in programma delle iniziative di cui annunceremo i dettagli nei prossimi giorni”.

 

 

 

Pubblicato in: politica, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati