PROTESI DI BASSA QUALITÀ,
UNO DEI MEDICI LECCHESI
ERA GIÀ SEGNALATO ALL’ORDINE

mariani-giupponi-gallera-Presst-IntrobioMILANO – “Regione Lombardia ha sempre fatto e continua ad eseguire i controlli sui requisiti di accreditamento e sull’appropriatezza delle strutture ospedaliere private e convenzionate con il sistema sanitario regionale. Lo dimostra il fatto che proprio lo scorso anno in seguito a questi abbiamo applicato una riduzione del budget al Policlinico di Monza. Inoltre, proprio l’Ats Brianza ha segnalato all’Ordine dei Medici per comportamento deontologicamente scorretto uno dei medici di medicina generale coinvolti nell’inchiesta“. Lo ha affermato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera in merito all’operazione ‘Disturbo’ della Procura di Monza e del Nucleo di polizia tributaria della Gdf di Milano.

VERIFICHE – “I controlli dei requisiti di accreditamento al Policlinico di Monza – ha spiegato l’assessore – non hanno mai rilevato difformita’, mentre per quanto riguarda l’appropriatezza su 670 cartelle controllate, nel corso del 2016, il 5% di queste si sono rivelate non conformi alle regole di sistema, per cui si e’ proceduto a una riduzione del budget. Nel 2017 sono state ispezionate 577 cartelle che sono ancora in fase di chiusura della procedura”.

MEDICO SEGNALATO – “Anche sui medici di medicina generale i controlli sono assidui e frequenti – ha concluso Gallera – tanto che uno di quelli coinvolti nell’indagine e’ stato segnalato dall’Ats Brianza all’Ordine dei medici di Lecco, per il comportamento deontologicamente e professionalmente scorretto, affinche’ fossero presi i provvedimenti necessari“.

(Lnews)

 

Pubblicato in: politica, Sanità, Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati