RIQUALIFICA DELLA BIBLIOTECA,
L’APPELLO PASSA SU CHANGE.ORG

Change.org-logoLECCO – La Biblioteca Civica “Uberto Pozzoli” è da ormai troppo tempo ignorata dall’amministrazione comunale. Lo stato di degrado delle zone adiacenti alla biblioteca da anni impedisce agli utenti di usufruire di un luogo culturale e di studio importante per ogni cittadino. Chiediamo in qualità di fruitori che il servizio pubblico inizi davvero ad essere garantito con l’impegno e la serietà che una biblioteca meriterebbe: controllo regolare del parco adiacente da parte delle forze dell’ordine, sorveglianza degli accessi e vigilanza nelle sale per garantire silenzio, ordine e rispetto di tutti.

E’ questo l’annuncio apparso poche ore fa su Change.org, la nota piattaforma creata per le petizioni online e utilizzata in tutto il mondo.

change.org_Oggi la homepage della piattaforma vanta il salvataggio del fotografo e blogger iraniano Soheil Arabi, condannato a morte per aver insultato il profeta e alcuni politici su facebook. I promotori della mobilitazione si sono rivolti, tramite Change.org, direttamente ai tre leader del paese mediorentale, l’Ayatollah Sayed ‘Ali Khamenei, Ayatollah Sadegh Larijani, capo dell’autorità giudiziaria, ed il presidente della corte suprema Hojatoleslam Hossein Karimi. Forte di 239.597 firme, l’appello ha avuto successo e la pena di morte è stata sospesa.

Nel piccolo mondo lecchese è partita da Cecilia Zambelli l’idea di servirsi della piattaforma per ottenere un cambiamento: la riqualifica della biblioteca civica ‘Umberto Pozzoli’ di Lecco. L’asticella è fissata a 300 firme, in poche ore ne contiamo 46, non sembra lontano quindi il primo traguardo. L’appello lecchese è indirizzato al sindaco Virginio Brivio ed al titolare dell’assessorato alla Cultura e Politiche giovanili Michele Tavola.

biblioteca petizione change.org

 

Pubblicato in: Cultura, Dal mondo, tecnologia, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati