RUBA ALLO SMA. INSEGUITO, COLPISCE UN POLIZIOTTO:
PRESO E CONDANNATO

LECCO – Alle 11.30 circa di ieri, all’interno del supermercato SMA in centro Lecco, due ragazzi di origine magrebina hanno avuto  un’accesa discussione  con un dipendente del supermercato dopo che avevano tentato di occultare una bottiglia di liquore. I due giovani, quando gli animi sembravano essersi calmati, accortisi di essere tenuti sotto controllo dal dipendente, ad un certo punto hanno inveito nuovamente nei suoi confronti minacciandolo gravemente con frasi del tipo “Questa sera ti aspettiamo fuori e ti ammazziamo”.

Pochi attimi dopo, i ragazzi si sono diretti velocemente verso le casse e, senza pagare delle lattine di birra che avevano precedentemente preso, si sono dati alla fuga.

Un Poliziotto della Questura cittadina, presente sul posto, libero dal servizio, accortosi di quanto stava accadendo, si è messo all’inseguimento dei fuggitivi, riuscendo in brevissimo tempo a bloccarne uno all’altezza di via Roma, mentre l’altro, risultato poi minorenne, riusciva a scappare. A quel punto il giovane, con una mossa fulminea, ha sferrato con una lattina un violento colpo all’Agente di Polizia all’altezza del collo, facendolo cadere a terra, riuscendo cosi a divincolarsi e a fuggire in direzione Lungolago.

Immediatamente veniva diramata la nota di ricerca dei malfattori alle Volanti della Questura presenti sul territorio cittadino, con una dettagliata descrizione. Poco dopo, nei pressi di Largo Europa di Lecco, un equipaggio della Volante individuava dei ragazzi che sostavano sulla piattaforma galleggiante presente sulla riva del lago, due dei quali corrispondenti all’identikit fornito poco prima. Arrivava,  in ausilio, un altro equipaggio della Squadra Volante ed il Poliziotto libero dal servizio che indicava e riconosceva sul lungolago i due ragazzi autori della rapina i quali, nel frattempo, stavano cercando in tutti i modi di eludere il controllo di Polizia; uno dei due  si era tolto la maglietta per non essere scoperto. Venivano successivamente acquisite e visionate le immagini del sistema di videosorveglianza cittadino, che fornivano ai Poliziotti elementi di prova schiaccianti a carico dei due autori della rapina.

Ricostruita  la dinamica  dei fatti,  il giovane  maggiorenne,  identificato  per  Mohammed EL MAMOUNI, nato in Marocco, classe 1985, con precedenti di Polizia, è stato quindi tratto in arresto per rapina, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. Nella mattinata odierna  è stato celebrato  il rito direttissimo presso il Tribunale di Lecco, dove l’arrestato è stato condannato alla pena di un anno e 8 mesi di reclusione e 500 euro di multa, pena sospesa. Il Questore di Lecco, inoltre, ha emesso a suo carico Foglio di Via Obbligatorio dalla citta di Lecco per tre anni.

Il minorenne, E.M., marocchino, classe 1998, è stato deferito al Tribunale per i Minori di Milano per i reati di furto aggravato e false attestazioni a pubblico ufficiale.

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati