S.BARBARA PATRONA DEI POMPIERI.
“UMILTÀ E PROFESSIONALITÀ
AL SERVIZIO DEI CITTADINI.
MA ADESSO SERVE LA CASERMA”

vigili fuoco comandante roberto toldo 2LECCO – Il 4 dicembre è il giorno dedicato alla Patrona dei Vigili del fuoco e anche i pompieri lecchesi festeggiano, tirando le somme dell’attività annuale a favore della popolazione. “È una giornata importante per tutti gli appartenenti al Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco in quanto tutti ci riconosciamo, nella nostra missione di vita e professione, nei valori più alti della dimensione umana e religiosa che Santa Barbara ha difeso con la propria vita prigioniera dentro la torre” spiega il comandante provinciale lecchese Roberto Toldo.

“Santa Barbara fortifica inoltre i valori di appartenenza al Corpo anche mediante il ricordo dei nostri Caduti, nel quale ricordo prende corpo il senso più alto del nostro servizio, nelle grandi emergenze come nei più semplici interventi quotidiani: tutti coloro che ci hanno preceduti, in particolare coloro che sono caduti nell’adempimento del dovere, sono esempi di virtù per tutti noi. Quest’anno i Vigili del fuoco sono stati chiamati a rispondere ad una delle più gravi emergenze che hanno colpito la Nazione negli ultimi anni: il tremendo terremoto del Centro Italia. Qui anche noi Vigili del Fuoco di Lecco, abbiamo portato il nostro contributo di uomini e mezzi, con slancio e generosità, confermati anche da attestati pubblici, affinché alla popolazione colpita non venisse mai meno la solidarietà della comunità nazionale e delle Istituzioni Pubbliche. L’ammirazione pubblica ci viene dal servizio prestato con umiltà e modestia, anche quando è condotto con elevato contenuto professionale o tecnologico nelle sventure, portando in salvo le persone, placando il fuoco, sventando ovunque sia possibile sciagure più grandi. Il “servizio” che ci porta la riconoscenza della popolazione è frutto dell’aiuto sempre pronto che noi portiamo alla popolazione in difficoltà, e la prontezza è una delle caratteristiche più importanti del nostro servizio, ma è anche la ricomposizione dei resti mortali delle vite spezzate dagli incidenti e dalle catastrofi: nel vigile del fuoco si ritrovano qui ancora insieme umiltà nei gesti e grandezza nell’animo. Generosità d’animo e professionalità tecnica sono complementari, anzi sono due qualità indistinte del Vigile del fuoco” continua Toldo.

vigili fuoco caserma mezzi“I traguardi raggiunti nell’anno che sta per volgere al termine sono ben descritti nella scheda statistica, ma non sono motivo di vanità bensì stimolo per il miglioramento continuo dell’organizzazione del Comando e della capacità di risposta alle richieste della popolazione e delle Istituzioni. Per il prossimo anno, soprattutto, contiamo sulla realizzazione della nuova caserma dei Vigili del fuoco di Lecco, un grande sogno, sino ad ora ancora irrealizzato” è l’auspicio del comandante.

“CUORE GRANDE, MANI GENEROSE, SPIRITO DI CORPO SONO I VALORI CHE CI RENDONO SEMPRE IN GRADO DI ADEMPIERE IL NOSTRO DOVERE, come recita la nostra preghiera “NEL TERRORE DEI CROLLI, NEL FURORE DELLE ACQUE, NELL’INFERNO DEI ROGHI”. Rivolgo quindi l’augurio di Buona Santa Barbara a tutti i Vigili del fuoco di ogni grado, al personale amministrativo, ai volontari ed alle loro famiglie, un augurio anche alle Organizzazioni Sindacali per il loro contributo, utile stimolo dato nel proficuo lavoro comune portato avanti quotidianamente per il bene del Corpo” conclude la sua lettera l’ingegner Toldo.

 

 

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati