SCUOLA: ARRIVA LUNEDI’
LA TERZA PROVA DELLA MATURITA’

esami banchiLECCO – E’ stato superato il giro di boa, ma ora i maturandi dovranno affrontare lo scritto più temuto: la terza prova. Lunedì mattina 2.500 studenti in tutta la provincia di Lecco si siederanno sui banchi per quella che sarà l’ultimo test scritto alle superiori. La terza prova è l’unica preparata dalla commissione e non dal ministero. Si tratta di un quiz su quattro materie, in cui ci possono essere dieci o dodici domande, da svolgere in un tempo inferiore a tre ore. “I ragazzi sono abbastanza tesi per la terza prova, generalmente più che per gli altri scritti” racconta Giovanni Valsecchi, professore di Scienze all’istituto Bertacchi di Lecco, nonché membro della commissione della 5^B del liceo di scienze sociali.

“Il consiglio è quello di tenere ripassato tutte le materie che ci saranno nella prova – spiega – così saranno più preparati lunedì mattina”. Sono in molti i candidati lecchesi che hanno iniziato male l’esame a causa della difficoltà nella prima prova scritta. “I temi non erano proprio abbordabili – afferma Valsecchi –, in particolare la traccia di letteratura non era molto indicata perché Claudio Magris non è stato studiato durante l’anno. Le varie tipologie in generale erano un po’ complicate, ma comunque ne terremo conto in sede di correzione”. Per quanto riguarda la seconda prova invece il professore sottolinea che “per il sociale era coerente, ben preparata secondo ciò che hanno studiato i ragazzi durante l’anno”.

Il mondo scolastico si sta innovando e, per il secondo anno, non ci sono stati i carabinieri che hanno consegnano le buste sigillate contenenti le prime due prove dell’esame, ma sono state scaricate telematicamente. “È funzionato molto bene – indica Valsecchi – non abbiamo avuto alcun tipo di problema e, anzi, è un metodo molto più snello di quello degli scorsi anni. È la direzione giusta per il futuro”.

 

 

Pubblicato in: Cultura, Giovani, Città, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti