SCUOLA, LICEO CLASSICO:
MANZONI PRIMO IN ITALIA

liceo_classicoLECCO – Alessandro Manzoni è stato uno dei padri della moderna lingua italiana? La risposta è sì. E così non appare troppo strano che il liceo classico a lui dedicato, nella sua città, sia il migliore d’Italia. La scuola superiore di via Ghislanzoni è stata infatti posizionata in cima alla classifica dei ginnasi della penisola dal sito internet Eduscopio, un portale realizzato dalla Fondazione Agnelli per confrontare le migliori scuole sul territorio, aiutando così gli studenti delle medie a orientarsi meglio per il futuro. Grazie soprattutto ai voti e i crediti ottenuti dagli ex allievi il plesso è balzato in testa alle graduatorie. È infatti 29,27 la media universitaria delle matricole cresciute sui banchi di via Ghislanzoni.

Giovanni rossiE il preside Giovanni Rossi spiega che “solo il 2% degli studenti che passano qua scelgono di non proseguire gli studi”. Mentre i bocciati sono sempre poche unità, un paio di anni fa un solo respinto in tutto l’istituto. I più bravi invece sono andati direttamente a Oxford, Yale, al Politecnico di Zurigo o alla John Hopkins.

Anche se non sono tutte rose e fiori per il plesso in centro Lecco. Come gli altri licei classici la scuola fa i conti con la popolarità calante del più tradizionale indirizzo di studi della scuola italiana: fino a qualche tempo fa le sezioni erano quattro, con la maturità del 2015 si sono ridotte a due. Per questo sin dal 2012 il Manzoni ha “assorbito” anche il liceo linguistico (anch’esso ben piazzato nelle classifiche della Fondazione Agnelli): in tutto gli allievi delle due anime dell’istituto sono 800. La grande soddisfazione per i docenti del Manzoni arriva da Eduscopio, che al momento raccoglie oltre quattromila scuole superiori italiane appartenenti agli indirizzi tecnici, scientifici, classici e linguistici. Il servizio classifica le scuole italiane in base a una variabile costruita ad hoc, l’indice Fga – Fondazione Giovanni Agnelli. Si basa sulla combinazione di due tipi di informazioni estrapolate dalla banca dati del Miur.

 

Pubblicato in: Giovani, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati