SENZA BIGLIETTO FERMARONO
IL TRENO: A GIUDIZIO

LECCO – Si si erano rifiutati di mostrare i biglietti al capotreno, poi avevano cominciato a farsi aggressivi: a quel punto il ferroviere non se l’era sentita di far partire il treno e aveva fatto intervenire gli agenti della Questura. E così, il 25 novembre 2011 il treno da Lecco a  Bergamo aveva accumulato mezz’ora di ritardo. Per questo tre giovani marocchini sono comparsi davanti al giudice Gian Marco De Vincenzi per rispondere di interruzione di servizio pubblico o servizio di pubblica necessità.

Il magistrato ha decisodi aggiornare il processo per poter sentire altri testimoni.

 

 

Pubblicato in: Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati