ARRESTATA AICHA. “MA ERA UNA RAGAZZA BELLA E TRANQUILLA”. FORBICI PER UCCIDERE IL FIGLIO

AICHA IMBERTIABBADIA LARIANA – Aicha Christine Khuolibaly, 25 anni, è stata arrestata dai carabinieri in seguito agli accertamenti successivi all’orrendo delitto di questa notte. Affidate al magistrato di turno, il sostituto procuratore Cinzia Cattaneo, le indagini sull’infanticidio. La giovane madre è stata portata in carcere. Intanto trapela che la lama utilizzata per colpire il figlio sarebbe stata quella di una forbice e non, come ipotizzato inizialmente, un coltello.

003L’abitazione di via Giordanoni, teatro della tragedia, è stata posta sotto sequestro giudiziario, mentre la piccola Sara è stata momentaneamente affidata alle cure della zia, sorella gemella del padre Stefano intervenuta questa notte ad aiutare il fratello e i suoi figli.

In paese sono tutti sconvolti: la famiglia di Stefano Imberti è nota e stimata ad Abbadia e la stessa moglie e madre veniva giudicata da tutti una donna “bellissima e buona”, inserita in un contesto apparentemente normale e con un tenore di vita superiore alla media.

C’è chi ha giocato poche ore prima con il povero Nicolò, chi ha incrociato ieri la 25enne ivoriana (trovandola del tutto “a posto“), chi ancora ricorda quel bambino bello e vivacissimo. Un dramma, che ha scosso le coscienze di un paese piccolo e tranquillo – che ora si interroga sul perché di un gesto assolutamente incomprensibile.

> IL DRAMMA DI ABBADIA (DA LECCONEWS)

 

 

Pubblicato in: Lago, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati