SI FINGE DANIELE NAVA PER APRIRE
UN CONTO: 55ENNE NEI GUAI

daniele-nava_4LECCO – Aveva aperto un conto corrente a nome dell’allorapresidente della Provincia (oggi sottosegretario in Regione) Daniele Nava e uno intestato a Dario Pesenti – all’epoca consigliere comunale e difensore civico in Provincia. E a nome dei due politici avrebbe anche ottenuto dei finanziamenti, poi bloccati. Ma entrambi non ne sapevano nulla. Per questo il 55enne napoletano Pietro Biancospino deve rispondere di sostituzione di persona e tentata truffa.

Il processo si è aperto venerdì a Lecco,  davanti al giudice Chiara Arrighi. In aula Nava e Pesenti, patrocinati dall’avvocato Cristian Malighetti, mentre la difesa dell’imputato (irreperibile) è affidata all’avvocato Viviana Bove. Tra i primi a testimoniare l’agente della Digos di Lecco Giuseppe Cantini, intervenutonel negozio di Lecco in cui avvennero i fatti nel febbraio 2010: qui Biancospino aveva staccato un assegno da novemila euro, che poi non venne incassato.

Il processo è stato aggiornato – ma è serio il rischio di prescrizione: una potenziale beffa per i due amministratori pubblici.

Pubblicato in: politica, Città, Economia, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati