SILEA, VIA LIBERA ALL’UTILIZZO DELLA MASSIMA CAPACITÀ TERMICA DEL TERMOVALORIZZATORE

SILEA LOGOVALMADRERA – “Il parere positivo espresso dalla Conferenza dei Servizi di ieri, giunto dopo una lunga ed approfondita discussione con tutte le parti in causa, costituisce un atto decisivo per il futuro di SILEA SpA. Siamo particolarmente soddisfatti perché sono state colte tutte le ragioni che ci hanno sostenuto nella nostra richiesta e si è arrivati ad una decisione che esprime grande senso di responsabilità. Ora per la nostra società si apre una nuova fase di sviluppo”.

SPECIALE_SILEA_1 ColomboEsprime particolare soddisfazione l’amministratore unico di SILEA SpA, Mauro Colombo, per l’esito della Conferenza dei Servizi, svoltasi nella giornata di ieri presso la sede della DG Ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile di Regione Lombardia, alla quale hanno preso parte, oltre alla stessa Regione, la Provincia di Lecco (rappresentata dall’Assessore Carlo Signorelli), l’ATO, Idroservice e il Comune di Valmadrera (rappresentato dall’assessore Giampietro Tentori). Al centro dell’incontro la richiesta avanzata da SILEA SpA di utilizzare la massima capacità termica del termovalorizzatore di Valmadrera, attualmente autorizzato per incenerire solo 87mila tonnellate di rifiuti all’anno, a fronte di una capacità tecnologica che oscilla tra le 91 mila e le 123 mila tonnellate annue a seconda del potere calorifico  dei materiali immessi.

“La decisione assunta – continua Mauro Colombo – pur mantenendo di fatto inalterate le quantità di rifiuti ritirabili presso il termovalorizzatore, se da un lato ci consente di rientrare appieno degli investimenti fatti negli anni passati, dall’altro spalanca nuove importanti prospettive per SILEA, a cominciare dal teleriscaldamento, soluzione che ci permetterà, in base al progetto già da tempo definito, di servire con l’energia termica prodotta di servire gli edifici pubblici e privati di Civate, Malgrate, Valmadrera e, parzialmente, Lecco, arrivando fino all’Ospedale Manzoni. Ora questo obiettivo è realmente attuabile, grazie alla capacità di investimento della nostra società e al ritorno garantito nel tempo. Un progetto ambizioso, che porterà ai cittadini un risparmio di circa il 15-­‐20 per cento rispetto al metano, oltre che naturalmente il venir meno di numerosi adempimenti normativi, e benefici concreti all’ambiente, grazie alla diminuzione delle emissioni derivanti dalle caldaie”.

“Per questo motivo – conclude l’amministratore unico di SILEA SpA – con il bilancio 2015 avvieremo un nuovo piano industriale per la nostra azienda”.

 

 

Pubblicato in: Hinterland, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati