“SOMME URGENZE” IN COMUNE:
IL DOSSIER DI DONATO E RIVA
AD ANAC E CORTE DEI CONTI

PALAZZO BOVARA LECCOLECCO – Non è solo la questione della chiusura del centro sportivo Bione a preoccupare Palazzo Bovara. Le somme urgenze realizzate la scorsa estate, infatti, sono finite in mano agli organi competenti. “Ho inviato il dossier all’Anac, a Roma, e alla Corte dei conti di Milano” afferma il consigliere comunale del gruppo misto Ivano Donato, ex Appello per Lecco, e firmatario dell’esposto insieme al collega Massimo Riva (Movimento 5 stelle). “Ho provveduto a inviare tutti i documenti – spiega – per capire meglio questa situazione finora poco chiara”.

I fatti risalgono all’estate scorsa, quando l’assessore ai Lavori pubblici Corrado Valsecchi, aveva fatto partire opere di ristrutturazione imminenti nel municipio di piazza Diaz, nell’edificio di via Sassi, a palazzo Belgioioso, villa Manzoni e villa Gomes. I lavori erano stati attivati in “somma urgenza”, una particolare procedura che viene messa in atto in caso di evento imprevedibile per la quale bisogna agire per salvaguardare la pubblica incolumità.

Questa permette di agire immediatamente, senza alcun bando e senza passare per il bilancio. Una procedura rapidissima, utilizzabile però solo in casi estremi.

F.L. 

 

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati