PONTE VECCHIO, SENSO UNICO
“A TERMINE”? MA PESCATE CONFERMA IL BLOCCO DI SABATO

Lsimonetti campioneECCO – Due settimane di prova e poi si rivedranno tutti, analizzeranno i dati raccolti e forse decideranno di cambiare idea, quel che è certo però è che il ponte non tornerà a doppio senso in tempi brevi. Il vertice di oggi pomeriggio in amministrazione provinciale sulle sorti del senso unico al Ponte Azzone Visconti ha ammorbidito un po’ i toni (con tanto di stretta di mano tra i”contendenti”) ma non ha scongiurato la prima delle tre clamorose manifestazioni di protesta indette dal sindaco di Pescate De Capitani.

“Non sono soddisfatto e resto dell’idea di fare il presidio – commenta De Capitani -, ma lo faremo solo per due ore perchè comunque non voglio danneggiare più di tanto la situazione viabilistica”.

Dunque, sabato prossimo 19 ottobre, dalle 10 a mezzogiorno il Ponte Manzoni “chiuderà” all’altezza dello svincolo che da Lecco va a Pescate a seguito dell’iniziativa del Comune più direttamente interessato dal peggioramento della circolazione nella zona.

Municipio di Lecco e Provincia non escludonocoda ponte vecchio galbiate (se la struttura “sta in piedi”, in base alle analisi del Politecnico, incaricato dello studio in questi giorni e che dovrebbe dare risposta tra circa due mesi) di tornare al Ponte Vecchio a doppio senso con anche la passerella per i pedoni, ma si parla di un anno o più anche perchè dalle prime molto sommarie previsioni la spesa girerebbe intorno ai 3 milioni di euro.

Per ora quindi si pensa a soluzioni alternative al senso unico solo in uscita organizzato come è ora, ma Provincia e Comune di Lecco le renderanno note solo dopo aver studiato i dati che raccoglieranno in queste due settimane e solo se riterranno necessario cambiare lo status quo.

incontro ponte 2Gli “ormai ex contendenti” tengono in ogni caso a precisare che qualsiasi decisione verrà presa nell’interesse di una buona gestione della viabilità sia del comune di Lecco che di quelli limitrofi e non su base di ripicche o contese politiche.

“Non siamo bambini e questo è un problema che riguarda tutti – afferma Daniele Nava, presidente della Provincia -, per questo dopo la sperimentazione analizzeremo insieme i dati e insieme valuteremo il da farsi”.

incontro ponte 1De Capitani non cambiando idea sulla protesta di sabato sembrerebbe dunque rimanere l’unica voce fuori dal coro. A tal proposito il sindaco di Lecco Virginio Brivio commenta: “Volevamo che De Capitani si astenesse dalla protesta semplicemente per collocarla in un momento più favorevole, in ogni caso non lo lasceremo solo, piuttosto manifesteremo con lui per cercare le risorse necessarie al trovare una soluzione”.

Silvia Ratti

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati