SPORT E VIOLENZA/TRE ANNI
FUORI DAL TERRENO DI GIOCO
PER UN “CARTONE” ALL’ARBITRO

cartellino rossoLECCO – Tre anni fuori dai campi di calcio. Questa la maxi squalifica decisa dal giudice sportivo di Lecco per il diciottenne capitano del Costa Masnaga che, proprio nella giornata contro la violenza verso gli arbitri, colpì al volto il direttore di gara, suo coetaneo di Vercurago.

Una squalifica importante, ma tuttavia “ridotta” grazie alla giovane età del calciatore, subito pentitosi del gesto violento. Il ragazzo contestò all’arbitro, Marco Airoldi, 18enne di Vercurago, un rigore concesso agli avversari, gli si avvicinò e dopo averlo insultato “gli tirava un cartone” (così nel referto).

 

 

Pubblicato in: Giovani, Città, Hinterland, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati