STRANIERI DISPERSI IN ERNA,
SALVATI GRAZIE ALLO SMARTPHONE

GPS smarphoneLECCO – Si erano persi ai piani d’Erna col calare del sole l’altro ieri, lunedì. Un venticinquenne americano e un francese di 30 anni chiesero soccorso ma a causa della lingua non riuscirono a spiegare con precisione la loro posizione.

La squadra del soccorso alpino si è comunque subito attivata e i due poco prudenti escursionisti sono stati tratti in salvo in un tempo relativamente breve.

Oggi sono state rese note le modalità dell’intervento e scopriamo che i volontari del CNSAS hanno rintracciato i dispersi sfruttando il segnale GPS lanciato dal telefonino di uno dei due.

La vicenda deve servire da esempio: è importante usare prudenza quando ci si mette in cammino lungo sentieri poco conosciuti, evitando di sopravvalutare le proprie capacità. Nel caso in cui poi ci si trovasse ad affrontare situazioni di emergenza è utile ricordare che l’ormai diffusissimo smartphone può rendersi estremamente utile, anche utilizzando il Sistema di Posizionamento Globale o una delle numerose App disponibili.

 

 

Pubblicato in: Montagna, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati