SULLE STRADE DI LECCO,
RUBRICA DI TOPONOMASTICA:
VIALE DON GIOVANNI TICOZZI

viale-ticozzi-cartinaNome della via: Viale don Giovanni Ticozzi.

Rione e posizione della via: Maggianico zona Bione, collega le rampe della SS36 nei pressi del Bione alla rotonda che porta alla stazione di Maggianico incrociando viale Brodolini.

LECCO – Il 29esimo episodio della nostra rubrica “Sulle strade di Lecco” è dedicato ad un personaggio importantissimo per un periodo storico buio e delicato come la seconda guerra mondiale e il secondo dopoguerra, periodo in cui tra le varie cose, le vie che un tempo inneggiavano agli antichi fasti fascisti o monarchici furono cambiate con i nomi degli eroi della Resistenza. Tra di essi spicca, per quanto riguarda Lecco e il suo territorio, don Giovanni Ticozzi.

Nato a Pasturo nel 1897 e ordinato sacerdote nel 1923, Ticozzi insegnò lettere antiche presso il liceo classico di Lecco per tutto il ventennio fascista, fino alla nomina come preside dello stesso liceo, arrivata nel 1941 e che sarebbe durata fino alla morte.

Nominato presidente del Comitato di Liberazione Nazionale lecchese (CLN), nel 1943 fu tra i partigiani più attivi sul territorio, almeno fino all’arresto il 30 ottobre del ’44. Sarà scarcerato grazie all’intervento del cardinale Schuster.

Alla fine della guerra sarà reintegrato come preside presso lo stesso liceo il 7 maggio 1945. Nel secondo dopoguerra fu una delle figure più attive del panorama culturale e letterario lecchese e morì svolgendo il lavoro che tanto amava il 19 febbraio 1958.

A.G.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati