TACCHEGGIO ALLE MERIDIANE:
GIOVANE LECCHESE CON TRE FELPE,
LUI NASCONDE GUANTI DA SCI

taccheggio abbigliamentoLECCO – Individuati mentre superavano i dispositivi anti-taccheggio, sabato una coppia di lecchesi ha tentato di rubare dei capi di abbigliamento dal Bennet della Meridiana per un valore di 150 euro. Oggi il processo per direttissima: 6 mesi di reclusione e 120 euro di multa per lui, quattro mesi e 80 euro per lei.

Un uomo, T. I., classe 1964, lecchese pregiudicato senza fissa dimora, e una ragazza classe 1992, J. B., residente in provincia, sono stati bloccati sabato 10 gennaio dalla sicurezza del centro commerciale allarmata dai dispositivi anti-taccheggio. Raggiunti anche dagli agenti della Questura, l’uomo consegnava un paio di guanti da sci nascosti all’interno del proprio giaccone; la donna invece, togliendosi la giacca, ha sfilato due felpe da uomo, mentre nei pantaloni aveva occultato una tuta.

Infine i due si erano indebitamente impossessati anche di una tronchesina da ferramenta, utilizzata per asportare dai capi d’abbigliamento i dispositivi anti-taccheggio. Refurtiva per un valore di circa 150 euro.

Processati con rito direttissimo per il reato di furto aggravato in concorso, il Tribunale di Lecco ha inferto all’uomo la pena di sei mesi di reclusione e 120 euro di multa, alla donna quattro mesi di reclusione e multa di 80 euro, con pena sospesa solo per quest’ultima.

 

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati