TELERISCALDAMENTO, ADDIS
GETTA UN’OMBRA SULLE PAROLE
DEL SINDACO DI VALMADRERA

vittorio addisMILANO – Dichiarazioni estremamente interessanti quelle rilasciate da Vittorio Addis per la versione online di Altraeconomia, che ha pubblicato un appassionante approfondimento sulla situazione degli inceneritori in Italia.

Addis è il numero uno di Tecno habitat, la società di ingegneria milanese tra i soggetti coinvolti nella progettazione definitiva dei primi due lotti del teleriscaldamento di Silea e contemporaneamente l’azienda scelta da Silea – senza gara, con affidamento diretto – per identificare il “modello di ricaduta delle emissioni” del forno nell’ambito dello studio epidemiologico.

Ed è proprio su questo tema che le dichiarazioni dell’ingegnere obbligano ad una serie di riflessioni: “Per avere un risultato significativo occorrono tra i cinque e i dieci anni”, spiega Addis a Duccio Facchini, a proposito dei tempi delle indagini, aggiungendo che “se ci fosse un impatto assolutamente negativo dell’indagine epidemiologica si porrebbe un grande punto interrogativo su Silea e si porrebbe su molti termovalorizzatori del territorio lombardo e sull’80% degli impianti italiani. È un’ipotesi che metterebbe in discussione tante cose. Ma basare una valutazione oggi su un’indagine epidemiologica secondo me non ha molto senso”.

donatella crippa cesanaLe affermazioni di Addis da un lato gettano una pesante ombra su quanto dichiarato dal sindaco di Valmadrera, Donatella Crippa, durante gli incontri con i cittadini, promossi per approfondire il tema del teleriscaldamento, in occasione dei quali il primo cittadino sosteneva: “Sul teleriscaldamento niente ancora è stato deciso, perché prima di votare qualunque progetto aspettiamo l’esito dell’indagine epidemiologica in corso, i cui risultati preliminari dovrebbero arrivare già a ottobre”.

La prima domanda riguarda dunque la tempistica: per avere gli esiti dell’indagine servono pochi mesi o dieci anni? E poi, soprattutto, com’è possibile per Crippa e per gli altri sindaci dei Comuni soci di Silea affermare che “sul teleriscaldamento niente ancora è stato deciso, perché prima di votare qualunque progetto aspettiamo l’esito dell’indagine epidemiologica in corso” se Addis sembra sostenere che non si possono fare valutazioni sul futuro dei forni inceneritori – e quindi del teleriscaldamento – sulla base dei risultati dell’indagine epidemiologica?

Manuela Valsecchi

foto di Vittorio Addis da temp.festivalacqua.org

 

 

 

 

 

Pubblicato in: politica, Valmadrera, Ambiente, Sanità, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati