TRAGEDIA AIRBUS/UNA ‘LECCHESE’
SUL VOLO MALEDETTO.
DAL MESSICO UN ANNO AL MANZONI

daniela ayon (1)LECCO – Anche Lecco piange la sua vittima. Sull’airbus A320 della Germanwings, precipitato sulle Alpi francesi lo scorso martedì, c’era anche Daniela Ayon, 36enne messicana, che aveva vissuto a Lecco per un anno, ai tempi del liceo.

Era la fine degli anni ’90, tra il 1997 e il 1998, e Daniela frequentava il liceo classico Manzoni nel capoluogo. Poi, era tornata in Messico, dove insegnava yoga a livello professionale.

Un lavoro che la portava spesso a girare il mondo e che le aveva permesso di mantenere i rapporti con i suoi ex compagni di classe, sgomenti e increduli da quando hanno appreso la tragica notizia.

Tutti i miei amici si ricorderanno di Daniela, la mia “mexican sister” che ha trascorso qui a Lecco l’ultimo anno del liceo – è il ricordo dell’amica Giovanna Taddei -. Ecco, ora Daniela ci ha lasciato, facendo quel che di più amava al mondo: viaggiare. Era su quel maledetto aereo! Ciao Dany, ti porteremo sempre nel cuore“.

daniela ayon (2)La giovane, che si stava recando ad Amsterdam dal fidanzato, conosciuto solo qualche mese fa a Playa del Carmen, per festeggiare insieme il compleanno, era molto conosciuta e apprezzata in città anche per le sue spiccate doti calcistiche. Durante la sua permanenza a Lecco, infatti, aveva giocato anche nella squadra femminile del Pescarenico.

Un tragico destino, il suo, in un viaggio iniziato per amore.

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati