TRAGEDIA IN GRIGNETTA: RICORDI
E PENSIERI PER LE DUE VITTIME

LECCO – ezio artusi - giovanni giarletta 1Riceviamo e pubblichiamo i messaggi di cordoglio dopo la tragedia di ieri in Grignetta nella quale hanno perso la vita il valsassinese Ezio Artusi ed il lecchese Giovanni Giarletta.

Accanto alla comunicazione ufficiale del Soccorso Alpino (di cui facevano parte entrambe le vittime), stanno arrivandoci diversi messaggi: li pubblicheremo tutti in questa pagina.

Se avete un pensiero o un ricordo inviatecelo a redazione@www.lecconews.news.

Impietrito alla notizia che mi ha dato un conoscente medico soccorritore mentre ci accingevamo a lasciare i piani di Bobbio nel pomeriggio con mia figlia, desidero inviare il nostro profondo cordoglio alle famiglie di questi “Angeli” straordinari, pregando per le loro anime e per le loro famiglie e per le comunità che perdono  due veri eroi.
Amici dei piani di Bobbio


Ci perdiamo in mille inutili discorsi, parliamo “del nulla”, presi come siamo dal quotidiano e dal rincorrere il tempo. Non ci fermiamo mai, perché la vita e’ (forse, anche) questo. Poi accadono tragedie che ti costringono a fermarti, a guardarti intorno e dentro per chiederti senza pace: “perché?”.
Perché spezzare una vita e una famiglia improvvisamente?
Perché “proprio a lui”?
Perché Adele dovrà sopportare tutto il dolore, la pena, la disperazione dell’assenza?
Perché i due figli piccoli dovranno crescere senza padre?
Perché Attilio ha dovuto perdere un fratello con una morte che (più di altre) ti coglie impreparato?
Siamo bombardati da domande che non hanno risposta, o che portano a risposte banali e preconfezionate. Non ci sono parole, non ci sono risposte, non ci sono consigli da dare. Possiamo solo stringerci intorno ad Adele e Attilio, nostri collaboratori a Casa S.Antonio, e cercare di sostenerli nel dolore, con affetto. Vi siamo vicini, con il cuore.

Veronica Bonicalzi e tutte le persone che lavorano e abitano Casa S’Antonio

L’intero Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico si stringe con forza alle famiglie e agli amici dei nostri due uomini che hanno perso la vita oggi sulla Grignetta, in provincia di Lecco. Una placca insidiosa di neve ha travolto e ucciso Ezio Artusi, 46 anni di Introbio e Giovanni Giarletta, 37 anni di Lecco, mentre erano impegnati in un’escursione personale. Erano da anni in forza al Soccorso Alpino lombardo, con alle spalle numerosissimi interventi di soccorso. L’intero Corpo piange questi due nostri amici.
Il presidente nazionale del CNSAS Maurizio Dellantonio

Ciao Ezio.Piano piano ho apprezzato la tua esplosività che faceva di te una persona sincera, diretta e pronta nei momenti del bisogno. Ricorderò nel mio cuore alcuni interventi operativi che insieme abbiamo condiviso e non posso fare altro che raccogliere e conservare con cura nei miei pensieri la tua esperienza, la gioia e la passione che avevi durante la tua attività di Volontariato.
Proteggici.
Ciao
Giuseppe Capuano

Dedicata al mio amico Ezio Artusi, persona umile, nobile, altruista e di gran cuore
CIAO EZIO

Amico dal cuore grande;
è così che ti voglio descrivere.
Su per le tue montagne
ora sei al cospetto dell’alba perenne
ove ghiaccio e neve mai più morderanno.
La tua più grande passione
io la chiamo altruismo
perché tu hai amato gli altri
più di te stesso;
ti vedo piangere
prima di raggiungere i canaloni
supplicando Iddio
di trarre in salvo 
lo scalatore
che mettendo il piede in fallo
dal dirupo è stato inghiottito
e tu ne hai salvati tanti;
ti vedo poi nuovamente piangere 
e ringraziare
nuovamente Iddio
e la tua squadra di amici fraterni
per essere stati ascoltati;
a volte, invece,
sei ritornato a valle col cuore infranto
e con un corpo esamine
col rammarico di non essere arrivato in tempo.
Oggi, in questo giorno funesto,
su per le tue montagne
la valanga ha prevalso,
ti ha travolto e ingoiato
e da salvatore che eri ti ha trasformato in vittima.
Onore, stima, gratitudine, sacrificio,
di queste parole
ora è tempestata la corona che porti sul capo,
ed ogni singola stella del cielo
che guardavi brillare tremula sopra i monti tuoi
adesso ti culla.
Grazie Ezio
amico dal cuore grande,
esempio d’amore per tutti;
da lassù, con gli Angeli
nelle albe perfette che non conoscono tramonti
col tuo compagno di oggi
proteggi chiunque si inoltri su pei monti
effondi nelle loro menti il rispetto e non la sfida
perché sappiano che Iddio perdona
ma, che la montagna, 
per quelli che non la rispettano,
è senza pietà.
ANTONIO FOSSATI 16/02/2108 LISSONE

 

Tragedia sulla Grigna Meridionale: il profondo cordoglio per la morte dei tecnici del Cnsas Artusi e Giarletta

Il sindaco, anche a nome dell’amministrazione comunale, esprime profondo cordoglio per la tragedia avvenuta nel territorio comunale di Ballabio e costata la vita ai tecnici del Soccorso alpino Ezio Artusi e Giovanni Giarletta, uccisi da una valanga sulla Grigna Meridionale.
Il Comune di Ballabio si stringe ai famigliari, ai colleghi delle due vittime, a quanti li conobbero e ne apprezzarono lo slancio altruista e l’alta preparazione tecnica, dimostrata in tanti generosi interventi di soccorso sulle nostre montagne.
Alessandra Consonni – sindaco di Ballabio

Pubblicato in: Lettere a LeccoNews, Ballabio, Valsassina, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati