TRAGEDIA SUL BERNINA:
DUE ALPINISTI DECEDUTI
TRA CUI UNA LECCHESE

VALMALENCO (SO) – La coppia, un uomo e una donna di origine lecchese, sarebbe partita sabato notte per risalire domenica il versante del Pizzo Bernina, percorrendo il canalone Folatti; si tratta di un percorso noto e molto impegnativo, in questo periodo caratterizzato dalla presenza di neve e ghiaccio.

Oggi, al secondo giorno di assenza dal lavoro, i colleghi avrebbero lanciato l’allarme. Gian Angelo Franchina, 46 anni, e Marcella Bonfanti, 43 (nella foto), residenti ad Alzate Brianza, lei originaria di Castello di Lecco, erano scalatori esperti, ma qualcosa deve essere andato storto.

bernina soccorsi

Le ricerche sono partite questa mattina, martedì 22 dicembre, dopo l’allertamento e il ritrovamento della loro auto in località Campomoro, è partito l’elicottero del 112 per una prima ricognizione aerea.

I due corpi sono stati individuati a un’altitudine di circa 3400 metri; non era però possibile recuperarli per mezzo del verricello, nella posizione in cui si trovavano, quindi è stato necessario l’intervento delle squadre da terra di tecnici CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), portate sul luogo dall’elicottero.

Per raggiungere i due alpinisti si sono dovuti calare per circa 300 metri, in un’area soggetta a scariche di ghiaccio, neve e pietre; hanno quindi trasferito i corpi più in basso, fino alle pendici del canalone, dove l’elicottero ha potuto effettuare il recupero, con il supporto del tecnico di elisoccorso. Per i rilievi è intervenuta la Guardia di Finanza. L’intervento è terminato poco prima che sopraggiungesse il buio.

Già in viaggio da Lecco e da Como le famiglie degli sfortunati alpinisti.

bernina elisoccorso

Dall’inizio dell’anno sono ben 208 le persone morte per incidenti in montagna, il doppio rispetto al 2014. Tra le vittime non sono solo occasionali fruitori delle vette, ma anche (spesso) alpinisti esperti. Negli ultimi 25 anni si sono verificati circa seimila incidenti.  

Ulteriori  aggiornamenti appena possibile

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, Montagna, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati