TRUFFA DEL FINTO CARABINIERE:
PRESI ALTRI DUE MALVIVENTI,
DIETRO C’È UN’ORGANIZZAZIONE?

video polizia truffeLECCO – Sono stati gli agenti della polizia a smascherare due finti carabinieri, sorpresi in città mentre stavano per portare a termine l’ennesimo episodio di questo genere di raggiro. Il sospetto è che alle spalle di questi delinquenti (un’altra coppia venne arrestata nel 2016) vi sia un qualcosa di organizzato.

Come nell’altro caso anche i due truffatori segnalati martedì provengono dal napoletano e con il modus operandi ormai tristemente noto avrebbero tentato di raggirare un anziano del centro città chiedendogli 8.000 euro in contanti, necessari per la cauzione del figlio rimasto vittima di un incidente stradale (fatto ovviamente inventato). Dopo l’invito a recarsi alle poste per prelevare il denaro, uno dei due finti militari lo avrebbe raggiunto a casa per ritirare il denaro, ma l’intervento della squadra mobile ha impedito che i malviventi intascassero il bottino.

Gli agenti della questura si sono insospettiti vedendo in via Sassi un’auto in sosta con a bordo uno dei due soggetti, poi raggiunto dal compare. La situazione è parsa ancor più anomala quando i due hanno avuto difficoltà a motivare la loro presenza in città. Poco prima l’anziano vittima della truffa aveva però sporto denuncia al 112. Non c’è voluto molto ai poliziotti per collegare le due cose e smascherare i delinquenti. Per D.V.A., classe 1970, e S.B., classe 1988, l’accusa è tentata truffa aggravata in concorso.

 

 

Pubblicato in: Città, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati