TRUFFE SULLE VENDITE ONLINE:
FERMATO UN ALTRO SOSPETTO.
LA PROCURA CALA L’ASSO

carabinieri-manetteLECCO – I Carabinieri del NORM Lecco hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di D.D.S., richiesta dalla Procura della Repubblica di Lecco, nella persona del Sost. Proc. Paolo Del Grosso ed emessa dal GIP del Tribunale di Lecco.

L’attività di indagine, eseguita dai Carabinieri e da altre forze di Polizia in tutto il territorio nazionale, coordinata e diretta dalla Procura della Repubblica, ha accertato il coinvolgimento dell’arrestata in oltre 30 truffe “online” ai danni di soggetti che rispondevano ad annunci per offerte contrattuali su noti siti internet a ciò deputati (Ebay, Subito.it, ecc.), concludevano l’affare, senza poi ricevere quanto dovuto.

Tale attività di indagine si inquadra in una più ampia opera di contrasto della Procura della Repubblica di Lecco nei confronti del fenomeno sempre più diffuso ed incontrollato delle truffe “online”, opera che ha già portato, nel recente passato, all’esecuzione di altre 3 misure cautelari detentive nei confronti di S.P., F.P. e L.B. per episodi analoghi.

Come già comunicato in occasione dei precedenti arresti, trattasi di procedimenti particolarmente importanti, sia per la diffusione dilagante dei casi su tutto il territorio nazionale, sia perché si è riusciti ad ottenere misure cautelari detentive contestando (forse per la prima volta in Italia) la circostanza aggravante della c.d. “minorata difesa” di cui all’art. 61 n.5 c.p., in quanto si è ritenuto che i soggetti arrestati commettessero i reati approfittando dei contatti telematici e a distanza, che non permettono alla persona offesa di controllare l’identità e la serietà dell’interlocutore contraente, né l’esistenza del bene offerto.

 

 

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati