UBRIACO, INVESTE UN POLIZIOTTO. PRESO E CONDANNATO

AIRUNO – Verso le 4:20 di sabato, lungo la SP 72 nel territorio del comune di Airuno, una pattuglia della Polizia Stradale diretta dal comandante Mariella Russo ha proceduto all’arresto in flagranza di B.A. classe 1977, italiano residente a Pescate per i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni, contestando anche la guida in stato di ebbrezza a seguito del rifiuto di sottoporsi all’accertamento etilometrico.

L’equipaggio era stato inviato sull’arteria stradale dove alle 3,25 era accaduto un sinistro stradale, trovando in loco una pattuglia dei Carabinieri che aveva curato il primo intervento; poco dopo era giunta anche un’autoambulanza per prestare i necessari soccorsi al ferito.

Durante i rilievi del sinistro, l’attenzione degli operatori di polizia è stata attirata da una vettura che sopraggiungeva a forte velocità dalla direzione di Merate e, nonostante i tentativi per farla rallentare e benché tutti i veicoli di soccorso presenti avessero attivati i dispositivi visivi supplementari a luce blu, frenava energicamente facendo stridere i pneumatici, per poi andare a sbattere contro una rotatoria, arrestando la marcia dopo averla attraversata.

I poliziotti si sono allora avvicinati al veicolo anche per sincerarsi delle condizioni del conducente che, anziché fermare la vettura, ha inserito la marcia ed è ripartito in direzione Lecco, urtando sulla gamba e sul fianco destro un agente di Polizia, provocandogli lesioni a seguito della caduta sul cofano  dell’auto. Il tempestivo intervento dell’altro poliziotto ha permesso di impedire la corsa dell’automobilista che, una volta sceso dal veicolo, manifestava evidenti segni di alterazione dovuta all’ingestione di sostanze alcooliche (alito vinoso, occhi lucidi, dislessia, elevato stato di agitazione, difficoltà nel mantenersi in posizione eretta, con atti di assopimento); l’uomo, che ha rifiutato di sottoporsi agli accertamenti etilometrici, è stato tratto in arresto; ritirata inoltre la patente per guida in stato di ebbrezza e sequestrata la vettura ai fini di confisca.

L’arrestato è stato condotto stamattina al Tribunale di Lecco dove, con rito direttissimo, ha patteggiato la pena di sei mesi di reclusione, venendo contestualmente rimesso in libertà. Per la cronaca, B. A. era già stato sanzionato per guida in stato di ebbrezza nel 2005.

 

 

 

Pubblicato in: Hinterland, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati